Balcani: Tusk (Ue) a Pristina, “nella lotta contro criminalità organizzata e corruzione serve consenso politico”

Pristina, 26 aprile: Donald Tusk incontra il presidente kosovaro Hashim Thaci

“Affinché la lotta contro la criminalità organizzata e la corruzione sia effettiva, c’è bisogno di un consenso politico in Kosovo”, ha detto il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, visitando oggi Pristina, una delle tappe della sua visita nei Balcani occidentali in corso questa settimana in preparazione del summit Ue-Balcani occidentali del 17 maggio a Sofia. Un passo in avanti, secondo Tusk, è stata “la recente ratifica del trattato per il confine tra Kosovo e Montenegro”, “che ha avvicinato il Paese allo scopo di viaggiare senza visti nell’Ue”. “È stata una prova – ha aggiunto – che la collaborazione tra i diversi partiti è possibile nel nome degli interessi vitali di tutti i kosovari. Sono convinto che non vi arrenderete e continuerete le riforme”. Durante il faccia a faccia con il presidente kosovaro Hashim Thaci, Donald Tusk ha parlato del dialogo tra Pristina e Belgrado. “Senza una normalizzazione tangibile nelle relazioni con la Serbia e la piena implementazione dei trattati, non ci sarà una svolta nelle relazioni con l’Ue”, ha affermato, definendo il processo “difficile” ma “senza alternative”. Secondo il presidente del Kosovo Hashim Thaci, “il summit di Sofia sarà un’opportunità per riflettere sulle sfide e i risultati del Kosovo”. “È ovvio che il Paese ha bisogno di accelerare urgentemente il suo cammino di integrazione europea“, ha detto il capo di Stato kosovaro e ha aggiunto: “Il Kosovo ha bisogno di aiuto per realizzare la sua ambizione europea”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo