Alfie Evans: mons. McMahon (Liverpool), “équipe medica e cappellani ospedale hanno fatto il possibile per aiutare il bambino”

L’arcivescovo di Liverpool Malcolm McMahon ha incontrato Papa Francesco dopo l’udienza di ieri, mercoledì 25 aprile, parlando brevemente del piccolo Alfie Evans. A riferirlo è la testata cattolica inglese The Tablet. “I cattolici di Liverpool sono straziati dal caso di Alfie Evans” e “continuano a offrire sostegno e preghiere”, ha detto l’arcivescovo, “e l’équipe medica e i cappellani dell’ospedale Alder Hey hanno fatto tutto ciò che è umanamente possibile per aiutare il bambino gravemente malato”. L’arcivescovo ha riferito che l’équipe pastorale dell’ospedale “ha offerto sostegno alla famiglia di Alfie e ai medici dell’ospedale fin dall’ingresso del bambino in ospedale nel dicembre 2016”. Mons. McMahon ha aggiunto: “La nostra preghiera in questo momento difficile è che il Signore dia a ciascuno la forza spirituale per affrontare il futuro immediato”. “Sono ben consapevole della compassione che caratterizza il popolo italiano verso chi è nel bisogno, e in questo caso Alfie. Ma so che i nostri sistemi medici e legali nel Regno Unito si basano anche sulla compassione e sulla salvaguardia dei diritti del singolo bambino”, ha ancora detto l’arcivescovo, aggiungendo: “Sono rimasto colpito dall’atteggiamento compassionevole” del Santo Padre “nei confronti sia di Alfie sia dei suoi genitori, e mi ha promesso che continuerà a pregare per loro”, riferisce il Tablet.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo