Fondazioni antiusura: Napoli, iniziate le riunioni di coordinamento a livello territoriale. Presentato programma assemblea ad Assisi

Al via le riunioni territoriali di coordinamento delle Fondazioni antiusura. Prima tappa, organizzata dalla Consulta nazionale, a Napoli dove si sono riunite le Fondazioni antiusura dell’Italia meridionale. Nell’occasione è stato presentato Amedeo Scaramella quale successore di padre Massimo Rastrelli alla presidenza della Fondazione San Giuseppe Moscati di Napoli. “Per me è un grande onore e una importante responsabilità accogliere l’eredità del gesuita antiusura”, ha detto Scaramella.
L’indebitamento a rischio usura delle famiglie italiane è stato il tema al centro del dibattito delle Fondazioni del Sud. Nei prossimi giorni la Consulta antiusura invierà ai presidenti di Senato, Camera e Gruppi parlamentari una lettera in cui si individuano misure urgenti per arginare la dilagante piaga dell’usura e l’indebitamento patologico delle famiglie.
A Napoli è stato anche deciso di incrementare le costituzioni delle Fondazioni antiusura come parte civile nei processi di usura, sia come presenza concreta  nell’ambito della legalità sia come contributo all’emersione dal sommerso della piaga dell’usura. Il presidente della Consulta, mons. Alberto D’Urso,ha reso noto il programma dell’assemblea-convegno che si terrà ad Assisi il 22 e il 23 giugno che si concluderà con la tavola rotonda “La lotta all’usura nell’esperienza francescana e nel servizio delle Fondazioni antiusura oggi”. Interverranno il card. Gualtiero Bassetti, mons. Nunzio Galantino, mons. Domenico Sorrentino, Roberto Ciciani, Luigino Bruni, Leonardo Becchetti, padre Paolo Benanti. Per l’occasione sarà diffuso uno studio inedito realizzato da Maurizio Fiasco che illustra il fenomeno a livello nazionale del sovraindebitamento, dell’usura e delle cause che ne danno origine. Le Fondazioni antiusura, infine, si sono occupate dei crediti deteriorati che affliggono il sistema bancario italiano. A dicembre scorso erano 173 miliardi i crediti deteriorati netti. A tal proposito la Consulta nazionale antiusura si è interrogata sulla possibile individuazione di interventi che evitino la cessione dei crediti delle famiglie, garantiti da mutui sulle abitazioni, per “salvaguardare il ‘bene casa’ delle famiglie”.
Le prossime riunioni di coordinamento delle Fondazioni antiusura nei territori si terranno a Roma il 2 maggio per l’Italia centrale e a Milano il 4 maggio il Nord. Si stanno studiando anche forme di coinvolgimento dei prefetti, dei presidenti delle Regioni e dell’Anci.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia