Corea: Ncck, preghiere e digiuni per preparare il vertice del 27 aprile

In preparazione al summit del 27 aprile tra Corea del Nord e Corea del Sud – il primo in più di un decennio – il Consiglio nazionale delle Chiese in Corea (Ncck) chiede ai cristiani di tutto il mondo di pregare per un esito positivo. Il Ncck chiede alle persone di recitare una preghiera per la pace ogni giorno, a mezzogiorno, per un minuto fino al giorno del vertice. In quel giorno il Consiglio nazionale delle Chiese in Corea chiede, a chi fisicamente è in grado, di digiunare, rinunciando alla colazione o al pranzo. Per celebrare la giornata del summit il Comitato per la riunificazione dell’Ncck visiterà l’Imjingak Reunification Observatory che si trova vicino al confine con la Corea del Nord. Il 29 aprile, domenica successiva al Summit, il Consiglio nazionale delle Chiese in Corea chiede alle Chiese che ne fanno parte di organizzare una raccolta per progetti di scambio di pace e intercoreani. In una nota, il Ncck ha pubblicato una preghiera per la pace da recitare in questi giorni di preparazione al Summit: “Signore, attraverso gli incontri tra Nord-Sud Corea, concedi un accordo di pace, aiutaci a realizzare vivaci scambi civili tra il Sud e il Nord. Signore, attraverso il vertice Nord-Sud, porta la riconciliazione e la pace in questa terra e apri un’era di convivenza pacifica nella Penisola coreana. Signore, attraverso la pace nella Penisola coreana, aiutaci a realizzare la pace in tutto il mondo. Nel nome di Gesù Cristo preghiamo, amen”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia