Cultura: Siae compie 136 anni. Premi Oscar, artisti e compositori a Roma per sensibilizzare sull’importanza del diritto d’autore

(© Massimo Sestini)

Il cielo di Roma, nel quartiere business dell’Eur, è stato inondato da migliaia di palloncini colorati liberati dal palazzo della Siae, Società italiana degli autori ed editori, che festeggia oggi, 23 aprile, i 136 anni dalla nascita – fondata a Milano il 23 aprile 1882 –. Un festeggiamento che si lega anche alla Giornata mondiale del libro e a quella del diritto d’autore.
Tanti gli artisti presenti, in primis i due Premi Oscar Ennio Morricone e Nicola Piovani. Ancora, sono intervenuti alla manifestazione anche Mogol, Luca Barbarossa, Dori Ghezzi, Paolo Fresu, Paolo Damiani, Mario Lavezzi, Riccardo Sinigallia, Franco Mussida e Piero Cassano. Tutti uniti nel promuovere e difendere il diritto d’autore, in rappresentanza dei 85mila associati Siae.
Il presidente della Società, Filippo Sugar, ha dichiarato: “Abbiamo scelto il palloncino come simbolo perché vola alto, come le emozioni. È un oggetto semplice eppure capace di evocare la spensieratezza e la creatività. Ma anche un simbolo di fragilità, perché basta uno spillo per renderlo un involucro privo di vita. Così il diritto d’autore, che tutela tutti coloro che ogni giorno ci regalano emozioni, è messo a rischio dagli ‘spilli’ di chi non riconosce il lavoro degli autori”.
In prima fila per l’iniziativa il direttore generale Gaetano Blandini e il presidente del Consiglio di sorveglianza Franco Micalizzi. Sono intervenuti per una performance musicale live i ragazzi del dipartimento di jazz del Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, che hanno reso omaggio alle composizioni di Ennio Morricone e Nicola Piovani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo