Diocesi: Vercelli, al santuario del Trompone seconda edizione del corso su “La forza della consolazione”

Sarà il santuario del Trompone, a Moncrivello (Vc), ad ospitare da martedì 8 maggio la seconda edizione del corso dedicato a “La forza della consolazione”. Si tratta di un’iniziativa promossa dall’Ufficio per la pastorale della salute dell’arcidiocesi di Vercelli per formare operatori sanitari, familiari e volontari che si occupano di assistenza ai malati. “A distanza di due mesi – spiega don Bruno Capuano, responsabile della Pastorale della salute diocesana – abbiamo organizzato una seconda edizione del corso poiché non siamo riusciti a soddisfare le tante richieste”. Gli incontri si terranno presso l’aula magna del complesso del Trompone, e si svolgeranno in collaborazione con i Silenziosi Operai della Croce e la Pastorale della salute di Ivrea. “Per mettere in pratica l’invito di Papa Francesco a essere ‘Chiesa in uscita’ – prosegue don Capuano – dopo aver fatto il corso all’Ospedale Sant’Andrea di Vercelli insieme all’Asl, abbiamo deciso di portarlo nella periferia della diocesi, per andare incontro anche agli abitanti della zona”. Quattro gli incontri in programma: l’8 maggio con don Carmine Arice, padre generale del Cottolengo di Torino, su “Consolando si è consolati: la consolazione del malato e dell’operatore sanitario”; il 23 maggio con suor Carla Corbella, docente dell’Università Cattolica, su “Consolazione e speranza nel mondo della salute”; il 5 giugno con don Gianluca Mangeri, direttore della pastorale della salute della diocesi di Brescia, su “La testimonianza di un medico consolatore”; il 19 giugno con Giovanni Zaninetta, presidente emerito della Società italiana cure palliative, su “Accompagnamento e consolazione della persona morente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo