Ue: Macron a Strasburgo, azione militare in corso “è contro il Daesh”. “Assad ha dichiarato guerra al suo popolo”

(Strasburgo) “L’unica guerra che stiamo combattendo è quella contro il Daesh” e il terrorismo, “che ha fatto centinaia di morti”, anche con attentati in Europa. “Questa è l’unica guerra che stiamo combattendo” in Medio Oriente. “Ma non trascuriamo il fatto che Assad sta combattendo una guerra contro il suo stesso popolo”. Durante il dibattito con gli eurodeputati, i toni si alzano. Accusato di aver dichiarato, assieme a Usa e Regno Unito, una guerra, il presidente francese Emmanuel Macron controbatte. “Se crediamo al multilateralismo – dice – non possiamo cedere al cinismo di coloro che lo vorrebbero affossare”. Spiega dunque l’origine dell’azione militare in corso in Siria entro, sostiene, il quadro Onu. Parla poi di opera “politica e diplomatica” in corso, accompagnata dal ricorso agli attacchi “per contrastare l’uso di armi chimiche” di cui si sarebbe avvalso il regime siriano. “Chi fino a ieri si indignava per i bambini straziati dalle armi chimiche dovrebbe comprendere le ragioni” dell’iniziativa intrapresa da Stati Uniti, Regno Unito e Francia. “Abbiamo colpito tre siti con armi chimiche senza causare alcuna vittime”, prosegue Macron. Infine: “Vogliamo vedere nascere la Siria di domani, ma questo non succederà se lasciamo che Assad faccia il suo sporco lavoro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo