Terremoto Centro Italia: a Monte Cavallo (Mc) inaugurata nuova struttura parrocchiale realizzata con il contributo della diocesi di Parma

Un minuscolo segno tra mastodontiche difficoltà, un edificio sobrio per gente dalla tenacia ammirevole. Da oggi la comunità Monte Cavallo, piccolo Comune del Maceratese che rientra nel cratere sismico, ha di nuovo una chiesa. Quella dedicata a Santa Maria Assunta, infatti, è stata gravemente lesionata dal sisma del 2016 che con il suo sciame continua ad infierire nell’entroterra marchigiano, e nei giorni scorsi è stata inaugurata una nuova struttura parrocchiale, realizzata grazie al contributo raccolto dalla diocesi di Parma attraverso l’interessamento della Caritas. Presente per l’occasione il vescovo Enrico Solmi che ha concelebrato l’Eucaristia assieme all’arcivescovo di Camerino-San Severino Marche, mons. Francesco Giovanni Brugnaro, e al parroco di Monte Cavallo, don Nello Tranzocchi. Mons. Solmi non è voluto mancare per testimoniare prossimità ai terremotati, alla luce dell’esperienza vissuta in prima persona in Emilia dopo le scosse del 2012: “Credo nella forza delle piccole parrocchie – ha sottolineato il presule – e oggi sono qui, in questo spazio, simbolo concreto di rinascita religiosa, per condividere con voi sentimenti di vicinanza e speranza”. Comprensibile, inoltre, la soddisfazione espressa dal sindaco, Pietro Cecoli, che ha sottolineato il valore di questo gesto di “solidarietà” nei confronti della sua realtà cittadina “che non è mai stata dimenticata”. Il Comune – che, in attesa della ricostruzione, ha fornito alle famiglie abitazioni provvisorie – ha provveduto al montaggio e al rivestimento in legno della nuova chiesa pronta per accogliere i fedeli del suggestivo paese incastonato tra le montagne.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo