Siria: Mogherini (Ue), conferenza a Bruxelles del 24 e 25 aprile. “Invitati gli eroi quotidiani” segnati dalla guerra

(Strasburgo) Il dibattito sulla Siria in corso all’Europarlamento si scontra con l’azione di Usa, Francia e Regno Unito, che non è condivisa da tutti all’interno dell’emiciclo, benché prevalgano le posizioni che giustificano l’intervento militare. Ma Federica Mogherini insiste soprattutto “sull’urgenza di una risposta politica” che veda l’accordo di tutte le parti. In questo senso segnala l’importanza della conferenza “Sostenere il futuro della Siria e della regione”, che si svolgerà il 24 e 25 aprile a Bruxelles, sotto l’egida (e copresieduta) da Onu e Ue. L’Alto rappresentante spiega che saranno presenti un’ottantina di delegazioni, “con posizioni diverse, ma probabilmente tutte accomunate dalla convinzione che bisogna porre termine al più presto alle violenze”. “Abbiamo invitato – aggiunge la relatrice – centinaia di persone in rappresentanza della società civile siriana. Persone che soffrono gli effetti della guerra”, “eroi quotidiani” che possono testimoniare le sofferenze imposte da anni alla popolazione. “Persone preziose per il futuro della Siria, per la ricostruzione nella pace”, cui non mancherà l’aiuto concreto dell’Ue.
La conferenza vorrebbe fra l’altro mobilitare l’aiuto umanitario per i siriani che si trovano all’interno del Paese e nei paesi vicini. La conferenza “sarà un’opportunità per assumere ulteriori impegni, ma anche per compiere sforzi aggiuntivi volti a consentire l’accesso ai luoghi in cui c’è urgente bisogno di aiuto”. Accanto al programma della conferenza politica è prevista una serie di eventi collaterali, fra cui una riunione sul fondo fiduciario dell’Ue in risposta alla crisi siriana. Il 24 aprile, in particolare, l’appuntamento di Bruxelles si concentrerà sul dialogo con le Ong provenienti dalla Siria e dalla regione mediorientale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo