Siria: Gentiloni alla Camera, “armi chimiche inaccettabili, la scelta di campo dell’Italia è con la Nato”

“Non possiamo accettare che a cento anni dalla fine della Grande Guerra si torni a legittimare l’uso delle armi chimiche, non lo possiamo accettare”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, intervenendo alla Camera sulla crisi siriana dopo l’intervento militare di Usa, Gb e Francia. “Una risposta motivata, mirata e circoscritta”, l’ha definita il premier, osservando che “non ci sono indicazioni di vittime civili, né indicazioni di danni collaterali” e ciò dimostra che tale risposta “è stata coordinata con attori presenti per scongiurare vittime civili”. “L’Italia non è un Paese neutrale che sceglie di volta in volta con chi schierarsi tra l’Alleanza Atlantica e la Russia – ha sottolineato Gentiloni – è un alleato coerente degli Stati Uniti e non di questa o quella amministrazione americana. È una scelta di campo, la nostra scelta di campo”. Dopo l’intervento di Gentiloni ha preso il via il dibattito, ma non è previsto un voto finale. Alle 18 il presidente del Consiglio riferirà anche al Senato.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo