Minori stranieri non accompagnati: convenzione tra Garante infanzia e adolescenza della Regione Calabria e Unicef per formazione e monitoraggio dei tutori volontari

È stata attivata una Convenzione tra il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria e l’Unicef per la formazione, il supporto e il monitoraggio dei tutori volontari per minorenni stranieri non accompagnati. Alla firma della Convenzione erano presenti il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, il presidente uscente dell’Unicef Calabria, Francesco Samengo – delegato dal presidente nazionale -, e Anna Riatti, Unicef Country Coordinator per la risposta alla crisi dei migranti e rifugiati in Italia. “Ringraziamo il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria Antonio Marziale per la sua disponibilità e sensibilità e per questa nuova rilevante iniziativa che ci vede impegnati ancora una volta insieme per il superiore interesse dei bambini, in particolare di chi fugge da guerre e violenze, alla ricerca di un futuro più sereno, e che può trovare nella figura del tutore volontario un importante punto di riferimento”, ha dichiarato il presidente dell’Unicef Italia, Giacomo Guerrera. Già nel 2017, l’Unicef, d’intesa con il Garante regionale e l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, è stata la prima organizzazione a far partire i corsi di formazione per tutori di minorenni stranieri non accompagnati, con 250 persone formate.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo