Papa a Corviale: agli anziani e ai poveri, “i giovani corrono ma gli anziani conoscono la strada”. “Quelli che hanno più bisogno sono al centro della parrocchia”

“I giovani corrono, ma gli anziani sanno, conoscono la strada”. Lo ha detto, a braccio, il Papa, incontrando ieri gli anziani nel salone della parrocchia di San Paolo della Croce a Corviale. “E voi conoscete le strade della vita”, ha proseguito: “Tante strade buone, altre non tanto buone, e anche le sofferenze, anche le privazioni… Il Signore vi vuole bene, e quello che la parrocchia fa con voi, è un dovere, è un dovere. Perché quelli che hanno più bisogno sono al centro della parrocchia e al centro del Vangelo”. “Io so che ognuno di voi ha tanti problemi, o malattie, o dolori, o problemi spirituali, di famiglia, tante cose che tutti sappiamo”, ha detto il Papa: “Ognuno ha il proprio dolore, ognuno ha la propria piaga, tutti. Ma che questo non vi tolga la speranza e non vi tolga la gioia, perché Gesù è venuto a ‘pagare’ le nostre piaghe con le sue piaghe. E questa è la gioia: Gesù ha pagato per noi, è vicino a noi, ci vuole bene e quando noi siamo con il nostro dolore, con i nostri problemi pensiamo ai problemi e ai dolori di Gesù, con i quali ha voluto pagare per tutti noi; e andiamo avanti. E facciamo anche del bene agli altri: tutti possiamo fare del bene, tutti”. Congedandosi dalla parrocchia, Francesco ha assicurato agli abitanti del quartiere, prima di dare loro la benedizione all’esterno della chiesa: “Vi porto nel cuore e vi prometto di pregare; e, anche, chiedo a voi di pregare per me. E andiamo avanti, andiamo avanti. Tutti abbiamo bisogno gli uni degli altri, tutti. Insieme, avanti. Peccati? Ne abbiamo tutti. Voglia di servire Gesù ed essere buoni? L’abbiamo tutti. Andiamo avanti. Il Signore ci aspetta sempre con amore, con misericordia per renderci più giovani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa