Siria: Merkel, “appoggiamo i nostri alleati americani, britannici e francesi” per attacco volto a “ridurre la capacità del regime di usare armi chimiche”

“Appoggiamo il fatto che i nostri alleati americani, britannici e francesi, come membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, si siano assunti la responsabilità” di condurre “attacchi aerei mirati contro le strutture militari del regime siriano” per “ridurre la capacità del regime di usare armi chimiche e impedire ulteriori violazioni della Convenzione sulle armi chimiche”. Lo ha dichiarato stamane la cancelliera tedesca Angela Merkel. Secondo Merkel, “tutte le prove disponibili indicano la responsabilità del regime di Assad” nell’attacco su Duma con uso di armi chimiche, armi che il regime “ha utilizzato contro la propria popolazione anche in passato”. “Ancora una volta”, si legge nella nota, “la Russia ha impedito un’indagine indipendente su ciò che è accaduto con il suo veto al Consiglio di sicurezza dell’Onu”. Spiega la cancelliera che “l’operazione militare era necessaria e appropriata per difendere l’efficacia del divieto internazionale sull’uso di armi chimiche e per mettere in guardia il regime siriano da ulteriori violazioni”. “Cento anni dopo la fine della prima Guerra mondiale, siamo tutti chiamati a contrastare l’erosione della Convenzione sulle armi chimiche”, conclude la cancelliera: “La Germania sosterrà risolutamente tutte le azioni diplomatiche in questa direzione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo