Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Scossa di terremoto nel Maceratese: nessun ferito. India, bus in un burrone: muoiono 27 bambini

Terremoto: nuova scossa nel Maceratese. Crolla piccolo campanile del ‘600 a Muccia

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.7 ha bruscamente risvegliato questa mattina, poco dopo le 5, gli abitanti di una vasta area del Maceratese. L’epicentro si colloca a due chilometri da Muccia, ed ipocentro a nove chilometri di profondità. Lo riporta l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Oltre che nelle Marche, la scossa è stata chiaramente avvertita anche in Umbria. La Protezione civile è in contatto con i sindaci delle zone terremotate che segnalano “danni notevoli” ma nessun ferito. Risulta fra l’altro crollato il piccolo campanile del ‘600 di una chiesa di Muccia. Sono attualmente in corso accertamenti per verificare – riferisce l’Ansa – se vi siano ulteriori danni sulle poche case rimaste agibili in paese: su 920 abitanti, 550 sono sistemati nelle Sae, 120-130 persone stanno in case agibili e il resto è in sistemazione autonoma o da parenti. Si sono inoltre verificate una decine di repliche alla prima scossa. Oggi alcune scuole sono chiuse e si registrano ritardi nel traffico ferroviario. Ieri la Commissione europea ha approvato il regime di aiuto italiano da 43,9 milioni di euro per sostenere gli investimenti nelle regioni colpite dai terremoti del 2016 e del 2017, ovvero 140 comuni in Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo.

Cronaca: bomba in auto nel Vibonese, muore 42enne. Si pensa a un’azione mafiosa

Si tratterebbe di un attentato nello stile della ‘ndrangheta l’esplosione avvenuta ieri a Limbadi, piccolo comune calabrese in provincia di Vibo Valentia. L’automobile su cui viaggiavano Matteo Vinci, di 42 anni, e il padre Francesco, di 70, è esplosa a causa di un ordigno. Nell’esplosione Matteo Vinci è morto sul colpo, mentre il padre è rimasto ferito in modo grave: si trova ricoverato in prognosi riservata nell’ospedale di Vibo Valentia. La vettura su cui viaggiavano i due (una Ford Fiesta) è stata sventrata dall’esplosione. Le prime persone giunte sul posto, richiamate dallo scoppio, hanno provato a soccorrere i due, ma per Matteo Vinci non c’era più niente da fare. Vinci era stato candidato alle ultime elezioni comunali. In passato sarebbe stato coinvolto, con il padre, in una furiosa lite con una famiglia ritenuta affiliata a un clan locale.

Siria: raid missilistico contro la base aerea siriana di Tayfur. Si contano 12 morti

Almeno 12 militari sono stati uccisi nei raid missilistici compiuti nella notte contro la base aerea Tayfur vicina ad Homs, nella Siria centrale, e da varie fonti attribuito a Israele. Secondo media panarabi degli Emirati Arabi Uniti (Sawt ad Dar), dell’Arabia Saudita (Ikhbariya) e dell’Iran e degli Hezbollah (al Mayadin), il raid non è da collegarsi al presunto attacco chimico di sabato a est di Damasco e in cui sono morte circa 70 persone. Ma, secondo le stesse fonti, sarebbe uno dei raid periodici condotti da Israele contro basi iraniane e di Hezbollah in Siria. Anche la tv di Stato siriana ha affermato che a condurre l’attacco sono stati caccia israeliani, aerei F-15. In precedenza media siriani avevano ipotizzato si fosse trattato di una operazione militare americana. Intanto il presidente Usa Donald Trump, che non esclude alcuna opzione sulla Siria, ha condannato “l’odioso attacco” contro civili innocenti, riferendosi al presunto attacco chimico di sabato e ha promesso che Damasco pagherà “un grande prezzo” per il sospetto attacco chimico. Il presidente americano Donald Trump ha avuto un colloquio telefonico col suo omologo francese Emmanuel Macron per continuare a coordinarsi sulla risposta in Siria. Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov ha invece messo in guardia gli Stati Uniti dal condurre raid militari in Siria.

India: autobus in un burrone nello Stato di Himachal Pradesh, 30 morti in gran parte bambini

Almeno 30 persone, fra cui 27 bambini, sono morti ieri nello Stato di Himachal Pradesh quando l’autobus su cui viaggiavano è caduto in un burrone. Il sovrintendente di polizia Santosh Patyal ha confermato l’incidente precisando che per un errore dell’autista l’autobus è uscito di strada nel distretto di Kangra, precipitando per oltre 30 metri. Tutti erano allievi di una scuola ed avevano meno di dieci anni.

Stati Uniti: sequestrati documenti nello studio dell’avvocato personale di Trump

L’Fbi ha sequestrato alcuni documenti dall’avvocato personale del presidente Donald Trump, Michael Cohen. Secondo il legale di Cohen i mandati di perquisizione sono stati eseguiti dall’ufficio del Procuratore degli Stati Uniti per il Distretto Sud di New York, e sarebbero relativi alle indagini del consulente speciale Robert Mueller. Nei fascicoli ci sarebbero anche documenti riguardanti Stormy Daniels, la porno star con la quale Trump ebbe una relazione nel 2006, quando Melania Trump era da poco incinta. Stormy Daniels ha rilasciato un’intervista al magazine Penthouse che – si legge su Euronews – sarà in edicola alla fine del mese. Trump attacca a tutto campo e critica il ministro della Giustizia Jeff Sessions per essersi astenuto sulle indagini sul Russiagate, aprendo di fatto la strada alla nomina di Robert Mueller.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa