Puglia: Regione, Anci e Terzo Settore, protocollo per recupero e riutilizzo di recupero e riutilizzo di eccedenze e sprechi alimentari e di prodotti farmaceutici

Un’iniziativa in favore delle fasce più deboli della popolazione. Questo il senso del “Protocollo di intesa in materia di recupero e riutilizzo di eccedenze e sprechi alimentari e di prodotti farmaceutici” sottoscritto ieri a Bari tra Regione Puglia, Anci regionale e diverse organizzazioni del Terzo Settore tra cui Caritas Puglia, Banco Alimentare, Banco delle Opere di Carità, Croce Rossa Italiana, Forum del Terzo Settore, FederFarma e Banco Farmaceutico. Il protocollo fissa gli impegni reciproci per realizzare in Puglia un piano complessivo di azioni positive e di attività per il recupero e la redistribuzione di eccedenze, sprechi alimentari e prodotti farmaceutici, anche a sostegno dei servizi del pronto intervento sociale in favore della popolazione più fragile ed esposta i rischi di povertà estrema. Una collaborazione tra istituzioni e Terzo Settore che porterà anche allo snellimento delle pratiche fiscali, igienico-sanitarie e assicurative relative sia alle procedure di recupero sia alle pratiche di redistribuzione e foodsharing. In programma anche azioni di promozione di iniziative locali di informazione, educazione e sensibilizzazione sui temi della legge regionale, in particolare a cura delle scuole e delle principali agenzie formative e organizzazioni solidali attive sul territorio. Al centro dell’accordo anche la rilevazione sul territorio regionale dei dati sulle eccedenze delle produzioni agricole locali, sugli alimenti devoluti da parte delle aziende alimentari e di distribuzione alimentare, sui farmaci validi raccolti nei punti di raccolta della rete e dalle aziende farmaceutiche, che sono consegnati alle reti e alle organizzazioni solidali che redistribuiscono.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa