Croazia: Zagabria, in corso plenaria dei vescovi. Mons. Puljic, “no alla Convenzione di Istanbul”

È iniziata oggi a Zagabria la 56ª sessione plenaria della Conferenza episcopale croata che durerà fino al 12 aprile. Ai lavori oltre ai diciannove membri vescovi croati insieme al cardinale di Zagabria Josip Bozanic partecipano il nunzio apostolico mons. Giuseppe Pinto e delegati delle Conferenze episcopali dei Balcani: della Bosnia-Erzegovina mons. Tomo Vuksic, della Slovenia l’arcivescovo di Lubiana Stanislav Zore e il vescovo di Subotica mons. Ivan Penzes quale rappresentante della Conferenza episcopale internazionale Ss. Cirillo e Metodio, che comprende gli altri Paesi della ex Jugoslavia. “Come vescovi croati, fedeli al magistero della Chiesa non possiamo accettare la convenzione di Istanbul e le sue interpretazioni”, ha affermato nella sua prolusione il presidente dei vescovi croati mons. Zelimir Puljic, arcivescovo di Zadar. In Croazia è in corso una forte discussione riguardo il documento del Consiglio d’Europa che ha diviso la società croata mentre questa settimana il testo deve essere ratificato in Parlamento. Secondo mons. Puljic, la convenzione apre la strada alla teoria “gender” che implica una nuova interpretazione dell’uomo e della donna, le cui differenze naturali vengono spiegate come frutto del contesto sociale”.
Nella loro plenaria, i vescovi croati esamineranno tre documenti: “Che la vostra gioia sia piena”, un testo frutto di consultazioni tra i teologi croati e i fedeli in aiuto alla nuova evangelizzazione; “Placuit Deo”, la lettera della Congregazione per la Dottrina della fede, che spiega ai vescovi le “odierne cattive interpretazioni della salvezza cristiana”, mentre il terzo documento è sulla formazione sacerdotale dei presbiteri croati “Ratio nationalis”, preparato in base alle direzioni della Congregazione per il clero “Ratio fundamentalis”. Inoltre si parlerà del Terzo incontro nazionale delle famiglie cattoliche croate in programma il 15 e 16 settembre a Spalato e della visita ad limina dei vescovi croati da Papa Francesco dal 12 al 17 novembre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa