Papa a Pietrelcina e S. Giovanni Rotondo: il programma aggiornato

foto SIR/Marco Calvarese

La Sala Stampa della Santa Sede ha diffuso oggi il programma aggiornato della visita pastorale del Papa a Pietrelcina e San Giovanni Rotondo, nel centenario dell’apparizione delle stimmate permanenti di san Pio da Pietrelcina e nel 50° anniversario della morte. Il Papa decollerà dall’eliporto del Vaticano, il 17 marzo, alle 7 per poi atterrare un’ora dopo nel piazzale adiacente all’Aula liturgica di Piana Romana a Pietrelcina, dove sarà accolto da mons. Felice Accrocca, arcivescovo di Benevento, e dal sindaco di Pietrelcina, Domenico Masone. Dopo una breve sosta di preghiera nella Cappella San Francesco davanti all’olmo delle stimmate, Francesco alle 8.15 incontrerà i fedeli nel piazzale antistante l’Aula liturgica e poi saluterà la comunità dei Cappuccini e una rappresentanza dei fedeli. Alle 9 il decollo alla volta di San Giovanni Rotondo, dove il Papa atterrerà alle 9.30 nel capo sportivo “Antonio Massa”, accolto da mons. Michele Castoro, arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo e dal sindaco di San Giovanni Rotondo, Costanzo Cascavilla. Subito dopo, il trasferimento in auto all’Ospedale “Casa Sollievo della sofferenza”: dal piazzale antistante il Santo Padre saluterà e benedirà gli ammalati, senza scendere dalla macchina. Alle 10 la visita al reparto di oncologia pediatrica, dove Francesco sarà accolto dal direttore generale di “Casa sollievo”, Domenico Crupi, prima di incontrare i bambini degenti nel reparto al terzo piano. Al temine della visita il Papa raggiungerà il santuario di Santa Maria delle Grazie, dove sarà accolto da padre Maurizio Placentino, ministro provinciale dei Cappuccini, da padre Carlo Laborde, guardiano, e dal rettore, padre Francesco Dileo. Alle 10.45, nel santuario, Francesco saluterà la comunità religiosa dei Cappuccini per poi venerare il corpo di San Pio da Pietrelcina e il Crocifisso delle stimmate. Alle 11.15, sul sagrato della chiesa di San Pio da Pietrelcina, il Papa presiederà la concelebrazione eucaristica, al termine della quale, dopo il saluto del vescovo, saluterà alcune autorità e una rappresentanza di fedeli. Il decollo dal campo sportivo di San Giovanni Rotondo è previsto alle 13, l’atterraggio all’eliporto del Vaticano un’ora dopo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa