Diritto: Movit Firenze-Siena, domani una conferenza sul “ruolo del giudice nelle cause eticamente sensibili”

“Il ruolo del giudice nelle cause eticamente sensibili”: è il titolo della conferenza che l’associazione universitaria Movit di Firenze-Siena organizza domani, dalle 16 alle 19, presso la Sala Ovale del Polo Mattioli dell’Università di Siena. Il senso dell’iniziativa lo spiega Giuseppe Maria Forni, presidente del Movit di Firenze-Siena: “Questa iniziativa permette di approfondire una tematica che mai quanto oggi è al centro dell’attenzione pubblica, se si considera il ruolo sempre più rilevante della magistratura sullo scacchiere politico. La nostra associazione, sensibile per costituzione alle tematiche della bioetica, avvalendosi di relatori di prim’ordine, ha deciso di offrire uno sguardo ravvicinato sul rapporto tra giudice ed etica. La nostra speranza è quella di dare ai partecipanti una consapevolezza rafforzata e obiettiva su quanto accade intorno a noi circa le linee fondanti della società”.
Il programma della conferenza, dopo i saluti del rettore dell’Università di Siena Francesco Frati, prevede gli interventi di Antonio Baldassarre, presidente emerito della Corte Costituzionale e professore ordinario di Diritto Costituzionale presso la Facoltà di Giurisprudenza della Luiss, e di Francesco Zini, ricercatore confermato di Filosofia del Diritto e professore aggregato di Filosofia politica presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Internazionali dell’Università di Siena. L’incontro sarà moderato da Emanuele Petrilli, vicepresidente del Movit di Firenze-Siena.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa