Elezioni: Padula (Copercom), “prevalga il senso di responsabilità di tutti gli attori coinvolti” per far prevalere “il bene comune”

“Un quadro frammentato che rischia di creare ulteriori strappi a un tessuto sociale già compromesso”. È questo, secondo il presidente del Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione), Massimiliano Padula, lo scenario che rischia di delinearsi in Italia all’indomani delle elezioni politiche. “Osservando e analizzando i risultati provvisori – aggiunge Padula – non possiamo che riscontrare una prossima fase di difficile governabilità che schiaccerebbe il Paese tra maggioranze deboli e conflitti non sanati. Purtroppo, la campagna elettorale, caratterizzata da contrapposizioni, da promesse mirabolanti e da una distanza siderale tra universo politico e Paese reale, rischia di continuare se non prevarrà il senso di responsabilità di tutti gli attori”. Il presidente del Copercom si riferisce “a tutti gli interlocutori politici coinvolti (vincitori e vinti) ma anche alla cosiddetta società civile”. “Noi, come gruppo di associazioni attive a livello nazionale e locale e vicine alla gente, ai loro problemi, veicolo delle loro idee, sostenitori dei loro progetti, non possiamo – conclude – che augurarci una sterzata verso un orizzonte in cui prevalga il bene comune e in cui lo Stato (come scriveva Luigi Sturzo) si riappropri della sua finalità primaria: quella di essere uno strumento di unificazione sociale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia