Pasqua: Acli Roma, celebrata Messa in cappella Centro agroalimentare riaperta dopo 10 anni. Gli auguri del vicario De Donatis

“Quella di oggi è un’occasione per rinnovare e onorare le nostre due storiche fedeltà: ai lavoratori e alla Chiesa. Ai lavoratori perché oggi ci troviamo al Car, dove vengono commercializzati i frutti della terra, con un richiamo quindi alla Laudato Si’ e a Papa Francesco che invita tutti noi ad avere grande cura della terra. La nostra fedeltà alla Chiesa, poi, è strutturale nel nostro impegno, e la testimoniamo con il lavoro e le nostre opere. Avremo grande cura di questa cappella, che sarà aperta nei momenti forti dell’anno liturgico e alla quale affiancheremo uno sportello di ascolto ed esigibilità dei diritti, e ringrazio il Car e anche la Pastorale sociale della diocesi che ci ha sostenuto”. Lo ha dichiarato questa mattina Lidia Borzì, presidente Acli Roma e provincia, presso il Centro agroalimentare di Roma (Car), dove è stata celebrata la Messa nella cappella interna – intitolata a Santa Maria Regina della Pace – riaperta oggi dopo 10 anni. La celebrazione è stata presieduta da don Francesco Pesce, direttore Ufficio per la pastorale sociale della diocesi di Roma, e da don Michele Caiafa, rettore della chiesa di Santa Maria dell’Orto. L’iniziativa, in occasione della prossima ricorrenza della Pasqua, è stata rivolta a tutti gli operatori che ogni giorno si recano o lavorano in una delle più importanti strutture europee per la commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli ed ittici freschi, e si è potuta realizzare grazie alla collaborazione delle Acli di Roma e provincia, e in particolare del circolo Acli di Guidonia-Montecelio, che curerà la manutenzione e l’apertura della cappella in occasione delle più importanti festività. Prima della celebrazione è stato letto un messaggio augurale dell’arcivescovo vicario della diocesi di Roma, mons. Angelo De Donatis: “In occasione della riapertura della cappella dedicata a Maria Regina della Pace presso il Centro agroalimentare di Roma”, il vicario generale “ringrazia dell’importante lavoro svolto da questo grande centro di commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli ed ittici con il desiderio che esso sia sempre a servizio dell’uomo, in particolare di chi è povero e indifeso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa