Vaccini e web: Merlo (Sanofi Pasteur), il progetto #PerchéSì e un hackaton per gli studenti

Per far emergere le buone pratiche e promuovere una corretta informazione sui vaccini, Sanofi Pasteur (la divisione vaccini di Sanofi) va alla ricerca delle campagne di eccellenza realizzate dagli operatori di sanità pubblica con il contest #PerchéSì. Al progetto vincitore, valutato da una giuria composta dai rappresentanti del Calendario per la vita ed esperti di comunicazione, verrà offerto un master intensivo in comunicazione vaccinale in una struttura italiana di eccellenza. “Oggi – spiega Mario Merlo, general manager di Sanofi Pasteur Italia e Malta, in occasione della presentazione a Roma della ricerca “I vaccini per l’infanzia sul web” condotta dall’Health Web Observatory (Hwo) – comprendere l’importanza dei social network nella comunicazione scientifica, anche per chi fa ricerca e produce farmaci, significa trasmettere messaggi sempre più efficaci e trasparenti, in grado di contrastare il fenomeno dilagante delle fake news. Anche per questo abbiamo lanciato #PerchéSì, il progetto per promuovere la cultura della prevenzione, il suo valore per la persona e per la sanità pubblica”,  Al contest si affianca il primo hackathon dedicato alla comunicazione vaccinale in Italia. Un laboratorio di idee che vedrà la partecipazione degli studenti e futuri comunicatori medico-scientifici. Al team vincitore sarà offerto un viaggio-studio all’Institute of Interaction Design di Copenaghen. Info e iscrizioni fino al 30 aprile sul sito #PerchéSì. L’hackathon e la premiazione del contest si terranno al Talent Garden Calabiana di Milano il 20 e 21 giugno.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo