Papa Francesco: udienza, “oggi è il primo giorno di primavera, vi auguro una primavera fiorita delle buone opere”

“Oggi è il primo giorno di primavera: buona primavera!”. È cominciata con questo saluto a braccio, l’udienza di oggi. “Fioriscono le piante, fioriscono gli alberi”, ha detto Francesco proseguendo fuori testo: “Un albero o una pianta fioriscono bene, se sono malati? No. Un albero, una pianta che non sono annaffiati possono fiorire bene? Un albero, una pianta, che ha tolto le radici o non ha radici può fiorire? Senza radici non si può fiorire? No”, il dialogo con i fedeli presenti in piazza. “La vita cristiana deve essere una vita che deve fiorire nelle opere di carità, nel fare il bene, ma se tu non hai delle radici non potrai fiorire”, il monito ancora a braccio: “E la radice chi è? Gesù. Se tu non sei con Gesù in radice, non fiorirai. Se tu non annaffi la tua vita con la preghiera, i sacramenti, voi avrete fiori cristiani: no, perché la preghiera e i sacramenti annaffiano le radici e la nostra vita fiorisce”. “Vi auguro che sia una primavera fiorita, fiorita delle buone opere delle virtù, del fare bene agli altri”, l’augurio del Papa, che ha citato sempre fuori testo “un versetto molto bello” dell’Argentina: “Quello che l’albero ha di fiorito viene da quello che ha di sotterrato”. “Mai tagliare le radici con Gesù!”, il consiglio di Francesco.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia