Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Russia, trionfo di Putin al 75%. Mediterraneo, sequestrata nave ong spagnola Proactiva. Siria, esercito turco conquista Afrin ma è strage

Russia al voto. Putin trionfa con oltre il 75%. Rieletto presidente per la quarta volta

Vladimir Putin ha stravinto come era nelle previsioni. A seggi scrutinati ben oltre la metà, infatti, lo zar gode di più del 75% delle preferenze – e tutti gli altri sfidanti arrancano nella polvere, con percentuali a singola cifra. A salvarsi è solo il comunista ‘col Rolex’ Pavel Grudinin, l’unico in grado di superare la soglia del 10%. “Vi ringrazio: il successo è il nostro destino”, ha detto Putin parlando alla folla riunita al Maneggio, a due passi dalla Piazza Rossa. Il risultato, per quanto cercato con attenzione dagli specialisti del Cremlino, senz’altro è stato influenzato dallo scontro con Londra sul caso dell’ex agente dell’intelligence di Mosca Serghei Skripal, tanto che il portavoce della campagna elettorale di Putin, Andrei Kondrashov, ha ringraziato pubblicamente il premier britannico Theresa May per aver fatto impennare l’affluenza. “Ancora una volta la Gran Bretagna non ha capito la mentalità della Russia: se ci accusano di qualcosa in modo infondato, il popolo russo si unisce al centro della forza e il centro della forza oggi è senz’altro Putin”.

Mediterraneo. Sequestrata nave ong spagnola Proactiva

La Procura di Catania ha disposto il sequestro della nave della ong spagnola ProActiva Open Arms, da ieri ormeggiata nel porto di Pozzallo (Ragusa) dopo lo sbarco di 218 migranti che l’equipaggio aveva salvato e rifiutato di consegnare alla Libia. L’approdo in Italia è al centro dell’inchiesta per la mancata consegna alle motovedette libiche intervenute sul luogo del soccorso o a Malta. Il fermo della nave è stato eseguito su indagini della squadra mobile di Ragusa e del Servizio centrale operativo (Sco). Associazione per delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina è il reato ipotizzato dalla Procura di Catania: secondo l’accusa ci sarebbe una volontà di portare i migranti in Italia anche violando legge e accordi internazionali, non consegnandoli ai libici. Indagati dal procuratore Carmelo Zuccaro il comandante e il coordinatore a bordo della nave, identificati, e il responsabile della ong, in corso di identificazione.

Siria. Esercito turco conquista di Afrin. Almeno 150mila civili in fuga

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che le forze siriane alleate della Turchia hanno preso il controllo del centro di Afrin e cacciato i combattenti curdi. Per gli attivisti dell’Osservatorio nazionale per i diritti umani, i turchi hanno conquistato metà della città e sono in corso pesanti combattimenti. L’offensiva turca contro l’enclave curda di Afrin va avanti da circa due mesi e ha costretto all’esodo almeno 150.000 civili. Secondo gli attivisti dell’Osservatorio nazionale per i diritti umani, i turchi avrebbero colpito il principale ospedale della città, uccidendo almeno dieci persone tra cui due donne incinte, ma Ankara ha negato. La guerra contro “l’occupazione turca entra in una nuova fase”, ha detto un alto funzionario curdo-siriano, Othman Sheikh Issa. D’ora in avanti si passerà dallo scontro diretto alla guerriglia, “colpire e scappare”, fino alla liberazione, ha aggiunto, precisando che le milizie curde restano presenti nella zona.

Finlandia. Prenegoziati per incontro Usa-Corea del Nord

Secondo alcune indiscrezioni stampa i rappresentanti dei due Stati manovrano per un incontro in Finlandia. Choe Kang, veterano della diplomazia nord-coreana esperto di questioni americane, è stato filmato all’aeroporto di Pechino mentre si imbarcava in un volo diretto in Finlandia. La stampa finlandese ha riportato del suo soggiorno ad Helsinki durante il quale dovrebbe incontrare Kathleen Stephens ex ambasciatrice statunitense a Seul. Si tratta di un altro segnale positivo dopo il colloquio a Stoccolma fra il ministro degli Esteri nordocoreano e il suo omologo svedese. Il leader nord coreano Kim Jong-un e il presidente statunitense Donald Trump dovrebbero vedersi a maggio.

Catalogna: unionisti tornano in piazza per chiedere la formazione di un governo

Migliaia di persone sono tornate in piazza ieri a Barcellona, insieme ai partiti unionisti Psc, Pp e Ciudadanos, per una nuova manifestazione indetta dalla Societat Civil Catalana per chiedere la formazione di un governo della Catalogna nel segno della costituzione spagnola e dello statuto dell’autonomia regionale. Lo riferisce El Pais online. Secondo la Guardia Urbana di Barcellona, i manifestanti erano 7.000, mentre per gli organizzatori 200mila. “Ora più che mai, saggezza”, è stato lo slogan della marcia, in cui hanno sventolato bandiere catalane, spagnole e dell’Ue.

Rai: a Ballando, Zazzaroni non vota coppia uomini Ciacci-Todaro, è polemica

Sulla coppia di uomini Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro a Ballando con le stelle su Rai1 si continua a polemizzare. L’ex condirettore di Repubblica oggi senatore Pd Tommaso Cerno parla di “omofobia senza giustificazioni contro la coppia Ciacci-Todaro su RaiUno a #BallandoConLeStelle, spero intervenga la Vigilanza Rai”. Il riferimento è al comportamento di uno dei giurati, Ivan Zazzaroni, che dopo l’esibizione dei due concorrenti nella puntata di ieri sera, si era rifiutato di votarli “perchè esteticamente sbagliato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo