Rosmini day: Rovereto, al via oggi la rassegna con una riflessione di Malaguti sulla “cittadinanza evangelica” del beato

La lectio magistralis di Maurizio Malaguti, docente dell’Università di Bologna, sul tema “Memoria e profezia. La cittadinanza evangelica di Antonio Rosmini”, aprirà oggi pomeriggio, alle 17.30, nella Sala degli Specchi della sua casa, a Rovereto, l’edizione 2018 del “Rosmini day”. Una rassegna culturale fitta di iniziative fino al 24 marzo. Organizzata per ricordare l’anniversario della nascita del beato dal Comune di Rovereto, dal Centro di studi e ricerche “A. Rosmini”, dall’Università di Trento, dalla Biblioteca Rosminiana e dall’Accademia degli Agiati, prevede anche concerti, mostre, incontri per le scuole, itinerari e uno spettacolo teatrale. La casa di Antonio Rosimini, che custodisce mobili d’antiquariato, una collezione di opere d’arte e una biblioteca storica, sarà al centro delle tre visite guidate con accompagnamento musicale degli allievi della Civica scuola musicale “R. Zandonai”. Durante la settimana si svolgerà, inoltre, la seconda edizione del concorso “Il mio Rosmini”, in cui alcune classi delle scuole superiori del Trentino e del Piemonte si confronteranno con elaborati multimediali dedicati al pensatore roveretano. In programma, anche una conferenza dedicata al tema rosminiano della cittadinanza evangelica e un concerto del coro “Voci Roveretane”, con brani inediti che hanno musicato alcuni testi del Rosmini. Quest’anno la manifestazione estende la sua attenzione anche al poeta Clemente Rebora, che in Rosmini trovò un suo punto di riferimento spirituale e culturale. A Rebora sono dedicati uno spettacolo teatrale, un itinerario guidato ai luoghi reboriani della città, una sessione di lettura e commento di poesie, affiancata dall’esposizione dei suoi libri.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo