Notizie Sir del giorno: morte Hawking, Consiglio permanente Cei, migrazioni in Ue, nuovo mandato Merkel, felicità, Mediterraneo, Sindone

Stephen Hawking: mons. Sánchez Sorondo (Pas), “non era ateo, voleva contribuire al dialogo tra fede e ragione scientifica”

“Nato nel 1942, è sempre stato molto brillante. L’Accademia delle Scienze al tempo di Paolo VI gli ha conferito il premio che diamo ai brillanti scienziati giovani che hanno meno di 45 anni. Abbiamo una foto bellissima. Già manifestava i segni della malattia, era seduto su una sedia a rotelle e Paolo VI si inginocchia davanti a lui per dargli questo premio”. Mons. Marcelo Sánchez Sorondo, cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze, esordisce con questa bella immagine tracciando un ricordo di Stephen Hawking, l’insigne astrofisico morto nelle prime ore di oggi nella sua casa di Cambridge, all’età di 76 anni, membro dell’Accademia. Da oltre 50 anni malato di atrofia muscolare progressiva, una sindrome correlata alla Sla, parlava attraverso un sintetizzatore vocale. Nel 2016, alla plenaria dell’Accademia, incontrò Papa Francesco che in quell’occasione lo benedì e ringraziò per il suo impegno per l’istituzione. “Tutti dicono che era ateo ma io – ha aggiunto Sánchez Sorondo – posso affermare che non lo era. Ogni volta che parlava con i Papi – ha conosciuto Paolo VI, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI che lo benedì e Francesco – diceva loro: ‘Voglio contribuire allo sviluppo del rapporto tra ragione scientifica e fede’. Non voleva dare una spiegazione alla cosmologia religiosa perché diceva che l’origine di tutto è un problema filosofico, non scientifico”. (clicca qui)

Cei: dal 19 al 21 marzo il Consiglio permanente. Il primo senza la tradizionale prolusione

Si svolge da lunedì 19 a mercoledì 21 marzo a Roma, presso la sede Cei, la sessione primaverile del Consiglio episcopale permanente. Venuta meno la tradizionale prolusione, riferisce l’l’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei, “la nuova modalità di svolgimento dei lavori prevede un’introduzione, a porte chiuse, che lunedì aprirà il confronto tra i vescovi; alle ore 12 di mercoledì il cardinale presidente traccerà una conclusione, aperta ai media, che punterà a ‘restituire’ la ricchezza maturata nel discernimento collegiale. Immediatamente dopo, seguirà la conferenza stampa del segretario generale con la presentazione del comunicato finale”. (clicca qui)

Migrazioni: Commissione Ue, 285mila persone soccorse nel Mediterraneo in un anno. “Situazione resta delicata”

(Bruxelles) “Oltre 285mila migranti sono stati soccorsi dalle operazioni Ue nel Mediterraneo dal febbraio 2016, e nel 2017 più di 2mila migranti sono stati salvati nel deserto dopo essere stati abbandonati dai trafficanti”. Sono due delle cifre fornite oggi dalla Commissione europea, che traccia il quadro del fenomeno migratorio, con le relative sfide poste ai Paesi Ue, in vista del Consiglio europeo di marzo. Nonostante continui l’impegno “per salvare vite umane, affrontare le cause profonde del fenomeno, proteggere le frontiere esterne dell’Europa”, “la situazione generale resta delicata”. Per cui “saranno necessari sforzi supplementari da parte, congiuntamente, degli Stati membri e dell’Ue, compreso un incremento delle risorse finanziarie, per garantire una risposta continua ed efficace alla sfida della migrazione”. Nella relazione si sottolinea che “con 205mila attraversamenti illegali delle frontiere nel 2017, gli arrivi nell’Ue sono stati inferiori del 28% rispetto al 2014, l’anno precedente la crisi”. Ma “la pressione sui sistemi migratori nazionali, pur diminuendo, è rimasta ad un livello elevato, con 685mila domande di asilo presentate nel 2017”. (clicca qui)

Germania: card. Marx (Dbk) alla cancelliera Merkel, “la Chiesa tedesca continuerà ad accompagnare il lavoro del governo federale”

“La Chiesa cattolica in Germania continuerà ad accompagnare in maniera costruttiva il lavoro del governo federale e porteremo le nostre istanze nei dibattiti attuali”. Con queste parole il card. Reinhard Marx, presidente della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), si è congratulato quest’oggi con Angela Merkel per la sua rielezione a cancelliera della Repubblica federale di Germania. Il card. Marx ringrazia la cancelliera Merkel per i numerosi incontri avvenuti nel corso della passata legislatura, incontri caratterizzati da grande fiducia. “Quest’ultimo periodo – afferma il card. Marx in un comunicato della Conferenza episcopale tedesca – è stato caratterizzato in particolare dalla questione dei migranti, che rimarrà un tema centrale anche nella nuova legislatura. La incoraggiamo a proseguire lungo il percorso intrapreso, percorso che abbiamo sempre sostenuto. Anche noi, come Chiesa, non verremo meno al nostro impegno”. (clicca qui)

World Happiness Report 2018: Finlandia al primo posto. Helliwell (curatore), “corrispondenza tra felicità immigrati e autoctoni”

Per la prima volta è la Finlandia a posizionarsi in cima alla classifica dei Paesi più felici. Anche gli immigrati che vivono sul suo territorio risultano i più felici al mondo, per lo meno rispetto ai 117 Paesi considerati, quelli con un numero di immigrati abbastanza alto da consentire l’individuazione di campioni sufficientemente consistenti. Completano la “top ten” della classifica sulla felicità complessiva (156 in totale i Paesi monitorati) Norvegia, Danimarca, Islanda, Svizzera, Olanda, Canada, Nuova Zelanda, Svezia e Australia. Gli Stati Uniti si piazzano al 18° posto, perdendo quattro posizioni rispetto all’anno precedente. A rivelarlo è il World Happiness Report 2018, realizzato dal Sustainable Development Solutions Network delle Nazioni Unite e dalla Fondazione Ernesto Illy e presentato oggi in Vaticano presso la Casina Pio IV, sede della Pontificia Accademia delle Scienze. Per John Helliwell dell’Università della Columbia Britannica e curatore del report, “il dato che colpisce di più è la generale corrispondenza tra la felicità degli immigrati e quella degli abitanti”. (clicca qui)

Mediterraneo: Prodi, “in Europa si fanno tante ‘politichette’, ma mai una grande politica come servirebbe”

“In Europa si fanno tante ‘politichette’ per il Mediterraneo e mai una grande politica”. Lo ha denunciato oggi Romano Prodi, presidente della Fondazione per la collaborazione tra i popoli, a margine del suo intervento al convegno “L’area mediterranea tra disoccupazione, emigrazione e nuove opportunità di sviluppo economico”, promosso a Roma, presso il Cnr, in occasione del dibattito sui risultati presentati nel “Rapporto sulle economie del Mediterraneo 2017”. Una grande politica, ha spiegato Prodi, “vuol dire mezzi, idee e unità di azione. Io ho proposto, ad esempio, Università miste con studenti della sponda Nord e Sud del Mediterraneo o la Banca del Mediterraneo, realizzata insieme da Sud e Nord”. Ma, ha aggiunto, anche “una grande politica come abbiamo fatto con l’allargamento dell’Unione europea a Est. In quel modo, è cambiato il mondo. (clicca qui)

Diocesi: Torino, iniziati questa mattina i lavori di allestimento della cappella della Sindone per la venerazione dei giovani in agosto

Hanno preso il via questa mattina nel duomo di san Giovanni Battista, a Torino, i lavori per l’allestimento della cappella della Sindone in vista della venerazione straordinaria dei giovani che si terrà nella notte del prossimo 10 agosto. “All’inizio dei lavori – si legge in una nota dell’arcidiocesi – era presente il Custode pontificio mons. Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino”. Le opere previste riguardano l’illuminazione e il percorso di avvicinamento alla cappella. “Il pellegrinaggio dei giovani delle diocesi di Piemonte e Valle d’Aosta è stato progettato in preparazione dell’incontro che tutti i giovani d’Italia avranno con Papa Francesco a Roma nei giorni di Ferragosto e che sarà un momento di preghiera e di confronto per il Sinodo mondiale sui giovani che si terrà a Roma in ottobre”. I giovani, provenienti da giorni di cammino a piedi sul territorio del Piemonte, non parteciperanno ad un’ostensione ma ad una venerazione, “una modalità nuova e diversa di avvicinarsi alla Sindone, icona della morte del Signore Gesù Cristo ma anche segno straordinario di speranza e di vita nuova”. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo