Cinque anni con Papa Francesco: p. Fortunato (Sacro Convento), simile al Santo di Assisi “nel linguaggio, nei gesti, nei luoghi”

“Francesco è ribelle perché è un uomo pacificato, si pone nel mondo dicendo dei no che partono dall’autorevolezza della sua vita e della sua persona”. Ne è convinto padre Enzo Fortunato, direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi, autore del libro “Francesco il ribelle”(edizioni Mondadori) presentato questa sera a Roma presso l’Istituto Sturzo. Per p. Fortunato “l’accostamento con Papa Francesco è semplice, naturale nel linguaggio, nei gesti, nei luoghi”. “Questo Pontefice – spiega – attinge a piene mani al polmone spirituale del francescanesimo. Il linguaggio del Santo è popolare, semplice, e si può dire lo stesso di Francesco”. La Chiesa in uscita “è la rivoluzione che Francesco ha fatto nel Duecento” mentre i gesti del Papa “nella loro semplicità sono dirompenti”. “La vera rivoluzione – conclude p.Fortunato – è quella semplice che non distrugge ma costruisce”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo