Card. Lehmann: Junker (Commissione Ue), “amico leale per me e per l’Europa”

“La notizia della morte del cardinale Karl Lehmann mi ha molto rattristato. Era un amico leale per me e per l’Europa”. È quanto ha scritto il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Junker, in un messaggio di cordoglio. “Nel corso della sua vita, il card. Lehmann ha costruito ponti di umanità e solidarietà nell’Europa e per l’Europa. Ha contribuito molto per far incontrare Oriente e Occidente insieme, non solo in Germania, ma anche nel dialogo con la Polonia”, ricorda in particolare Junker, riferendosi all’avvicinamento tra episcopato polacco e tedesco avvenuto durante gli anni in cui Lehmann è stato presidente della Conferenza episcopale tedesca. Il card. Lehmann, continua Junker, “ha sempre investito nel futuro dell’Europa”; è stato “una bussola morale, che ci ha indicato la via, ricordandoci i valori che rendono l’Europa così speciale”. Per lui “solidarietà e carità erano più che semplici concetti teorici; erano un mandato per agire” e da qui, secondo il presidente della commissione Ue, “muoveva il suo invito a riflettere, riguardo la questione dei profughi, sulla forza europea dell’essere insieme e a reagire secondo il senso di umanità”. Junker conclude scrivendo che “le sue parole spesso nette ma sempre concilianti rimangono la nostra ispirazione e il nostro compito nel difendere l’Europa e i suoi valori”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo