Ue: marchio “patrimonio europeo” a nove siti che “celebrano ideali, valori e storia europei”

La chiesa di Javorca in Slovenia

(Bruxelles) La Commissione europea ha annunciato oggi di aver insignito del marchio “patrimonio europeo” nove nuovi siti che “celebrano o rappresentano ideali, valori, storia e integrazione europei”. Sale così a 38 il numero dei siti riconosciuti. Nell’elenco ci sono il complesso della sinagoga di via Dohány (Ungheria); Fort Cadine (Italia); la chiesa di Javorca (Slovenia); l’ex campo di concentramento di Natzweiler e i suoi campi satellite (Francia e Germania); i siti del Patrimonio musicale di Lipsia (Germania); il Sighet Memorial (Romania); il Bois du Cazier (Belgio); il villaggio di Schengen (Lussemburgo) e il sito del trattato di Maastricht (Paesi Bassi). Questi nuovi siti “ci aiuteranno a capire il nostro passato mentre costruiamo il nostro futuro, aspetto del nostro patrimonio che celebriamo durante questo Anno europeo del patrimonio culturale”, ha dichiarato il Commissario per l’istruzione e la cultura, Tibor Navracsics. I nove siti sono stati scelti da un gruppo indipendente istituito dalla Commissione tra una rosa di 25 candidati preselezionati dagli Stati membri partecipanti, spiega una nota della Commissione. Il 26 marzo prossimo a Plovdiv (Bulgaria) si svolgerà la cerimonia di premiazione nel quadro di una conferenza su “Patrimonio culturale: per un’Europa più sostenibile” organizzata dalla presidenza bulgara dell’Ue e dalla Commissione europea.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia