Sinodo dei giovani: p. Fares (La Civiltà Cattolica), “la Chiesa li invita ad ascoltare la chiamata e scegliere la loro vocazione”

“Il prossimo Sinodo sui giovani ha come tema centrale il discernimento vocazionale. Quando si ascolta la parola ‘vocazione’, la prima cosa che di solito viene in mente è la vocazione alla ‘vita consacrata’. Ma la chiamata di Dio è più ampia: non è limitata alle forme ‘perfette’. È anche l’umile e continua ‘vocazione universale alla gioia dell’amore’ che il Padre rivolge a tutti”. Lo scrive padre Diego Fares, redattore de La Civiltà Cattolica, nel numero di marzo. “Per poter ascoltare questa chiamata e scegliere il tipo di servizio in cui si concretizza l’amore è necessario crescere nella pratica del discernimento spirituale”, spiega. Secondo lo scrittore de La Civiltà Cattolica, la Chiesa entra nella dinamica del discernimento, per “convocare tutti i giovani, senza eccezione, a questo bellissimo compito: ascoltare la chiamata, scegliere e seguire la vocazione”. Ripercorrendo le tappe di consultazione dei giovani in vista del Sinodo, padre Fares fa riferimento al questionario e ricorda che “alcune risposte dei giovani hanno un denominatore comune: essi percepiscono che il mondo adulto ‘non li ascolta’”, “non soltanto riguardo ai loro problemi personali ma anche per ciò che concerne la loro visione della cultura e del mondo attuali”. Un fatto che “si traduce in termini di allontanamento o di vicinanza”. E i giovani “si allontanano, quando percepiscono che l’intenzione di fondo di chi parla loro è quella di ‘disciplinarli’”. “Al contrario, si avvicinano e rispondono con grande generosità, quando vengono chiamati a dare un concreto aiuto agli altri”. Così padre Fares indica nella “pietà popolare” il “luogo non clericalizzato” è il “più propizio per iniziare e confermare un processo di discernimento”. “Per i giovani è fondamentale situarsi in questo ambito della pietà del popolo fedele – conclude -, per esserne impregnati e nutrirsi degli indirizzi con cui il popolo ci insegna e ci illumina”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia