Placuit Deo: felicità non è “auto-realizzazione”, “niente di creato può soddisfare del tutto l’uomo”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

La felicità non è “auto-realizzazione”, perché “niente di creato può soddisfare del tutto l’uomo”. A spiegarlo è la lettera “Placuit Deo” della Congregazione per la dottrina della fede, in cui si affronta il tema della salvezza partendo dalla constatazione che “l’uomo percepisce, direttamente o indirettamente, di essere un enigma: chi sono io che esisto, ma non ho in me il principio del mio esistere?”. “Ogni persona, a suo modo, cerca la felicità, e tenta di conseguirla facendo ricorso alle risorse che ha a disposizione”, si fa notare nel testo: l'”aspirazione universale” è spesso “segreta e nascosta”: “Molto spesso coincide con la speranza della salute fisica, talvolta assume la forma dell’ansia per un maggior benessere economico, diffusamente si esprime mediante il bisogno di pace interiore e di una serena convivenza col prossimo. D’altra parte, mentre la domanda di salvezza si presenta come un impegno verso un bene maggiore, essa conserva anche il carattere di resistenza e di superamento del dolore. Alla lotta di conquista del bene si affianca la lotta di difesa dal male: dall’ignoranza e dall’errore, dalla fragilità e dalla debolezza, dalla malattia e dalla morte”. Di fronte a queste “aspirazioni”, si legge nella lettera, “la fede in Cristo ci insegna, rifiutando ogni pretesa di auto-realizzazione, che la salvezza piena della persona non consiste nelle cose che l’uomo potrebbe ottenere da sé, come il possesso o il benessere materiale, la scienza o la tecnica, il potere o l’influsso sugli altri, la buona fama o l’autocompiacimento”. “Niente di creato può soddisfare del tutto l’uomo, perché Dio ci ha destinati alla comunione con Lui e il nostro cuore sarà inquieto finché non riposi in lui”, il monito sulla scorta di sant’Agostino e della Gaudium et Spes: “La vocazione ultima dell’uomo è effettivamente una sola, quella divina”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia