This content is available in English

Maltempo: allerta in tutta Europa. Iniziative di solidarietà della Chiesa cattolica in Irlanda e Svezia

La Filadelfiakyrkan, chiesa di Stoccolma

Codice rosso di allerta oggi in tutta l’Irlanda a causa di Emma, la bufera di neve e di freddo che si è abbattuta sul Paese e secondo le previsioni continuerà a tormentarlo fino a domani. Le autorità hanno chiesto di restare a casa per quanto possibile e non sottovalutare il pericolo. Chiuse le scuole, fermi i mezzi pubblici. L’arcidiocesi di Dublino ha scritto alle parrocchie che per la durata dell’allerta “è consigliabile mantenere chiuse le chiese e cancellare tutte le celebrazioni religiose non necessarie” e ha invitato a “tenere d’occhio anziani e vicini di casa”. A non fermarsi è la macchina della solidarietà: a Dublino il Great Cherry Orchard da stamane fino a sabato mattina sarà aperto non stop per offrire “rifugio di emergenza per tutti coloro che hanno bisogno”, ma anche thè, caffè e minestra gratis per tutti i giorni. Mobilitazione capillare per il servizio Homeless Dublin che da alcuni giorni lavora per intercettare tutti coloro che in questo inverno ancora vivono per strada per ricondurli a rifugi coperti. Sui social tamtam di richieste: abiti caldi, coperte, un’auto 4×4 per trasportare persone nel bisogno… Anche dalla Svezia, arrivano notizie di difficoltà legate al freddo intenso. Nella capitale le chiese da giorni aprono a turno le loro porte per accogliere le persone che vivono per strada, coordinate nel progetto “Vinternatt”. Il numero di persone accolte nella Filadelfiakyrkan e nella Immanuelskyrkan cresce in modo esponenziale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia