Giornalista aggredita a Bari: Libera, “atto vile e violento”. “Colpiti tutti i cittadini e il loro diritto a essere informati”

“L’aggressione a Maria Grazia Mazzola è un atto vile e violento, un’aggressione all’articolo 21 della Costituzione. A Maria Grazia vogliamo testimoniare tutta la vicinanza e il sostegno di Libera. Colpire un giornalista vuol dire colpire tutti i cittadini e il loro diritto a essere informati”. In una nota “Libera” esprime vicinanza alla giornalista Maria Grazia Mazzola, inviata del Tg1 aggredita questo pomeriggio a Bari mentre stava realizzando un servizio sulla criminalità barese. “Maria Grazia – prosegue la nota – stamattina aveva partecipato con Luigi Ciotti ad una iniziativa a Bari e con Libera era stata presente alla tre giorni di Contromafiecorruzione dello scorso week end portando la sua testimonianza”. “Sappiano coloro che vigliaccamente hanno aggredito l’inviata del Tg1 che esiste una Puglia e un’Italia che s’impegnano per la libertà e la giustizia, e che di fronte alle minacce e alle menzogne non indietreggiano né tacciono”, conclude la nota.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo