Notizie Sir del giorno: Papa su Olimpiadi, Islam in Europa, Sako su Iraq, economia Ue, circoncisione in Islanda

Papa Francesco: Olimpiadi “siano una grande festa dell’amicizia e dello sport”. “Due Coree insieme” fanno “ben sperare”

“Che queste Olimpiadi siano una grande festa dell’amicizia e dello sport!”. È l’augurio di Papa Francesco per dopodomani, 9 febbraio, quando si apriranno i XXIII Giochi Olimpici Invernali nella città di PyeongChang, in Corea del Sud, con la partecipazione di 92 Paesi. “La tradizionale tregua olimpica quest’anno acquista speciale importanza”, ha fatto notare Francesco nel corso dell’Udienza del moercoledì: “Delegazioni delle due Coree sfileranno insieme sotto un’unica bandiera e competeranno come un’unica squadra”. “Questo fatto – ha commentato – fa sperare in un mondo in cui i conflitti si risolvono pacificamente con il dialogo e nel rispetto reciproco, come anche lo sport insegna a fare”. (clicca qui)

Islam in Europa: incontro Ccee a Scutari. Card. Tauran, “guardare islam e musulmani al di là di stereotipi e pregiudizi”

(da Scutari) “Guardare l’islam e i musulmani al di là degli stereotipi, nonché dei pregiudizi, dell’immagine sbagliata ad opera di alcuni mezzi di comunicazione, come del comportamento fanatico e violento di una minoranza di musulmani”. È quanto sottolinea il cardinale Jean-Louis Tauran, presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, in un messaggio inviato ai partecipanti all’incontro dei delegati nazionali delle Conferenze episcopali europee per il dialogo con l’islam che, su iniziativa del Ccee, si è aperto oggi pomeriggio a Scutari (Albania). Nel messaggio letto da mons. Khaled Akasheh, capo dell’ufficio per l’islam del dicastero vaticano, il cardinale ribadisce come “una posizione chiara da parte delle autorità religiose musulmane nonché da ogni singolo musulmano circa la questione della violenza connessa in nome della religione è necessaria per scongiurare una ingiusta equiparazione tra islam e violenza. Nell’islam ci sono infatti risorse religiose morali e spirituali, numerose delle quali condivise da cristiani ed ebrei”. (clicca qui)

Iraq: Sako (patriarca), “il Papa conosce bene la situazione. È molto pronto per una visita, ma la situazione non aiuta”

“Il Papa conosce bene la situazione dell’Iraq, è ben informato. Per una sua visita nel Paese mi ha detto che è molto pronto, ma la situazione non aiuta”. Lo ha affermato questa mattina Louis Raphaël I Sako, patriarca caldeo di Baghdad, intervenendo alla presentazione dell’evento promosso da Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) per il 24 febbraio, quando il Colosseo e due chiese in Iraq e Siria saranno colorati di rosso per accendere i riflettori sulla persecuzione dei cristiani nel mondo. Parlando della situazione dell’Iraq, il patriarca ha assicurato che “Isis è sconfitto e la gente vuol tornare”. C’è stato “un miglioramento riguardo alla sicurezza in Iraq e a un impegno per la riconciliazione e la stabilità”. E se “ci sono problemi” c’è anche “tanta speranza: su 20mila famiglie cacciate via dalla Piana di Ninive e da Mosul, 7mila sono tornate. Altre famiglie non hanno potuto tornare perché le case non sono ancora riparate”. “Abbiamo incoraggiato molto questi cristiani che non hanno altro appoggio se non quello della Chiesa”. (clicca qui)

Ue: previsioni economiche, stime al rialzo. Moscovici, “sistema è in eccellenti condizioni di salute”. Dombrovskis, “crescita anche nel 2019”

(Bruxelles) “In questo inizio di 2018 l’economia europea si presenta in eccellenti condizioni di salute. La zona euro evidenzia tassi di crescita mai visti dopo la crisi finanziaria. La disoccupazione e i disavanzi continuano a diminuire e gli investimenti stanno finalmente registrando un aumento significativo”. Eloquente il primo commento da parte di Pierre Moscovici, commissario per gli affari economici e finanziari, che presenta le Previsioni economiche intermedie. “La crescita economica è inoltre più equilibrata di quanto non fosse dieci anni fa e potrebbe anche rivelarsi più duratura se continueremo ad attuare riforme strutturali intelligenti e a perseguire politiche di bilancio responsabili”. Per Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione Ue, responsabile per l’euro e il dialogo sociale, “l’economia europea sta ottenendo risultati superiori alle aspettative e l’attuale forte crescita è destinata a continuare anche il prossimo anno. Dobbiamo quindi proseguire con il nostro programma di lavoro, che si prefigge di garantire che della crescita possano beneficiare tutti i cittadini europei. Dobbiamo sfruttare questo periodo per rendere le nostre economie più resilienti e approfondire l’Unione economica e monetaria”. L’inflazione (attorno all’1,5%) “dovrebbe rimanere moderata”, ha aggiunto il vicepresidente, mentre si evidenzia “una situazione di ristagno del mercato del lavoro” in vari Paesi, “che migliora solo lentamente”, mentre le pressioni salariali rimangono contenute. (clicca qui)

Parlamento Ue: sì agli “Spitzenkandidaten”. Dal 2019 riduzione dei deputati, bocciate le liste transnazionali

(Strasburgo) Sì alla risoluzione che ammette il sistema degli “Spitzenkandidaten”, secondo cui il candidato del gruppo politico che avrà più deputati eletti nel prossimo Parlamento europeo sarà quello indicato come presidente della Commissione. La risoluzione è stata approvata con 457 voti favorevoli, 200 contrari e 20 astensioni. C’è inoltre il primo ok alla riduzione dei deputati da 751 a 705, dalla prossima legislatura, quando il Regno Unito lascerà l’Ue: 46 dei 73 seggi britannici saranno “congelati” in vista di future adesioni all’Unione. Gli altri 27 ex seggi del Regno Unito verrebbero distribuiti tra i 14 paesi dell’Ue attualmente sottorappresentati. Tra questi, Francia e Paesi Bassi ne otterranno 5, l’Italia ne otterrà 3. Bocciate invece le liste transazionali. (clicca qui)

Islanda: vescovo Tencer su proposta di legge per vietare la circoncisione, “sosteniamo pienamente ebrei e musulmani”

“Sosteniamo pienamente i musulmani e gli ebrei nella loro lotta per esprimere la loro fede nella libertà”. Così ha scritto il vescovo di Reykjavik, David Tencer, in una lettera a Salmann Tamimi, imam della moschea di Ármúli, nella capitale islandese, a seguito della proposta di legge circa il divieto della circoncisione se non per motivi di salute, presentata nei giorni scorsi dalla deputata Silja Dögg Gunnarsdóttir (Partito progressista) e sostenuta da deputati del Partito dei pirati, i Verdi di sinistra e il Partito del popolo. (clicca qui)

Diocesi: Rossano-Cariati, inaugurata “Casa della Speranza”. Il vescovo Satriano, “guardare agli ultimi è la cifra del Vangelo”

“Aprire la Casa della Speranza è per noi voler annunciare una ‘buona novella’ in modo privilegiato a quei fratelli e sorelle che, esclusi della società, cercano di dare un senso e una prospettiva alla propria vita”. Con queste parole mons. Giuseppe Satriano, arcivescovo di Rossano-Cariati, presenta la struttura di carità che è stata inaugurata questo pomeriggio nella città bizantina. Ubicata nella stazione rossanese, “Casa della Speranza” sorge grazie alla sinergia tra Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., Caritas nazionale, Caritas diocesana e Associazione onlus Tenda. Per l’arcivescovo, la “Casa della Speranza” desidera “essere una piccola opera segno” perché “guardare ai poveri e agli ultimi non è un fatto di moda ecclesiale ma è la cifra del Vangelo”. Tra i servizi offerti quelli di doccia, lavanderia, consegna dei vestiti. Attivo anche un ambulatorio medico. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo