Tratta: Andria, tante iniziative di sensibilizzazione. Il 12 il vescovo Mansi benedice il nuovo ambulatorio della casa d’accoglienza S. Maria Goretti

Giovedì 8 febbraio si celebrerà, in occasione della memoria liturgica di santa Giuseppina Bakhita la schiava nera divenuta santa, la IV Giornata mondiale contro la tratta di esseri umani per mettere a fuoco il dramma di tante persone itineranti: migranti, rifugiati e sfollati, e per l’occasione la diocesi di Andria organizza lcuni eventi. Il tema: “Migrazione senza tratta. Si alla libertà! No alla tratta!” riassume in sintesi la violenza e lo sfruttamento sofferto dai migranti, molti dei quali durante il viaggio scompaiono oppure sono vittime del traffico di organi. Vittime preferite di questa nuova schiavitù sono donne, costrette alla prostituzione,  e minori. il secondo gruppo più numeroso tra le vittime di tratta pari a 1 un caso su 4. Per l’Ufficio Migrantes della diocesi è urgente attivare corridoi umanitari, sensibilizzare i cittadini e rafforzare la collaborazione tra enti, associazioni e istituzioni, che operano a vario titolo nel campo delle migrazioni e della lotta alla tratta; riaffermare “la necessità di garantire diritti, libertà e dignità alle persone trafficate e ridotte in schiavitù” e denunciare le organizzazioni criminali e coloro che abusano della povertà e della vulnerabilità di queste persone. L’8 febbraio alle 19, presso la parrocchia Gesù Crocifisso, si terrà una veglia di preghiera e riflessione contro la tratta di persone. Lunedì 12, sempre alle 19, nella sede di via Quarti 7, il vescovo Luigi Mansi benedirà l’ambulatorio medico-infermieristico della Casa di accoglienza “S. Maria Goretti” nel suo nuovo luogo e nella sua nuova veste. L’ambulatorio nel 2017 ha dato assistenza medica e farmaceutica a circa 800 uomini e donne, di cui circa il 70% popolazione andriese. Alle 20:30 seguirà lo spettacolo No-body di Valeria Simone, il cui testo è stato finalista al concorso nazionale di drammaturgia “Bianca Maria Pirazzoli” – Bologna e al premio nazionale “Lingua Madre 2009” – Torino.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia