Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Roma, visita del presidente turco Erdogan. Macerata, l’attentatore accusato di strage aggravata dalle finalità di razzismo. Cipro, rieletto presidente Nicos Anastasiades

Macerata. Traini accusato di strage aggravata dalle finalità di razzismo

È stato trasferito in carcere Luca Traini, il 28enne che sabato ha tentato di fare una strage di migranti a Macerata. L’accusa nei suoi confronti è di strage aggravata dalle finalità di razzismo. Al giovane sono contestati anche porto abusivo di armi e altri reati. L’uomo ha lasciato la caserma dei Carabinieri all’una di notte: a testa alta e sguardo dritto davanti a sé non ha detto una parola ai cronisti che erano ad attenderlo. Traini è ora nel carcere di Montacuto, lo stesso dove è rinchiuso Innocent Oseghale, il nigeriano presunto assassino di Pamela. Proprio la morte brutale di Pamela Mastropietro sarebbe all’origine della tentata strage di ieri. “Ero in auto e stavo andando in palestra quando ho sentito per l’ennesima volta alla radio la storia di Pamela. Sono tornato indietro – avrebbe raccontato – ho aperto la cassaforte e ho preso la pistola”.

Campagna elettorale. Berlusconi, “migranti bomba sociale, via in 600mila”

L’immigrazione “è una questione urgentissima” perché dopo gli anni di governo “della sinistra” ci sono 600mila migranti che “non hanno diritto di restare”, che rappresentano “un bomba sociale pronta a esplodere, perché pronti a compiere reati”. Lo ha detto Silvio Berlusconi al Tg5.

Fotomontaggio choc su Facebook. Boldrini, “Non ho paura”. Individuato autore post

La polizia postale ha individuato il responsabile del post choc, con le minacce alla presidente della Camera Laura Boldrini pubblicato su Facebook. Si tratta, secondo quanto si apprende, di un 58enne della provincia di Cosenza. Gli agenti stanno effettuando una perquisizione nella sua abitazione. Nel post era raffigurata la testa della Boldrini, che giace, mozzata e insanguinata, su un tavolo, e sopra il fotomontaggio la scritta: “Sgozzata da un nigeriano inferocito, questa è la fine che deve fare così per apprezzare le usanze dei suoi amici”. “Io pago ogni giorno il mio impegno contro le destre … ma non ho paura”, è stato il commento della presidente Boldrini.

Roma. Visita del presidente turco Erdogan. Capitale blindata e sit-in della rete Kurdistan Italia

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan oggi a Roma dove vedrà papa Francesco, Sergio Mattarella e Paolo Gentiloni. Erdogan è atterrato ieri sera poco dopo le 19 di ieri a Fiumicino e ripartirà oggi in serata. La capitale è mobilitata ad accoglierlo con aree off limits, bonifiche a tappeto, reparti speciali in campo per garantire la sicurezza. “Le nostre relazioni bilaterali con l’Italia sono eccellenti, è un Paese amico con cui abbiamo una visione comune rispetto ai problemi regionali”, ha detto Erdogan parlando all’aeroporto di Istanbul prima di partire per Roma. Ieri cinque cittadini curdi sono stati bloccati dopo aver tentato di entrare in piazza San Pietro, in occasione dell’Angelus, con bandiere curde e striscioni che avevano nascosto negli indumenti. Oggi i giardini di Castel Sant’Angelo si preparano ad accogliere un sit-in della rete Kurdistan Italia.

Cipro. Rieletto presidente Nicos Anastasiades

È stato riconfermato alla guida di Cipro il presidente uscente Nicos Anastasiades. Leader del centrodestra, ha sconfitto con il 56% dei voti al ballottaggio l’avversario Stavros Malas, ex ministro sostenuto dal partito comunista, che si è fermato al 44%.

Grecia. Migliaia in piazza per un nome, Macedonia. In campo anche l’Onu per trovare una soluzione

La disputa sull’uso del nome Macedonia riporta alla ribalta il nazionalismo greco. Centinaia di migliaia di persone sono tornati in piazza Syntagma ad Atene per rivendicare il controllo e la proprietà esclusiva del nome. Sono già decine le manifestazioni da quando il premier Aleksis Tsipras ha avviato i colloqui con il governo di Skopje per trovare un accordo su un nuovo nome per il paese della ex jugoslavia. In campo anche l’Onu che ha proposto a Skopje i nomi Alta Macedonia e Nuova Macedonia per sbloccare una crisi che dura da 25 anni.

Belgio. Al via a Bruxelles il processo a Salah Abdeslam, unico sopravvissuto agli attacchi di Parigi del 2015

Si apre oggi a Bruxelles il processo a Salah Abdeslam, unico membro ancora in vita del commando jihadista responsabile degli attentati che, il 13 novembre 2015, fecero 130 morti a Parigi. L’uomo dovrà rispondere non di quelle stragi ma della sua presunta partecipazione allo scontro a fuoco con la polizia avvenuto il 15 marzo 2016, durante la perquisizione di un appartamento nella capitale belga.

Iraq. Usa iniziano ritiro truppe dopo sconfitta Isis. Prima riduzione di contingente dall’inizio della guerra

Le truppe americane della coalizione anti-Isis in Iraq hanno cominciato a ritirarsi, dopo la sconfitta dello stato islamico. Due funzionari iracheni hanno riferito che è stato raggiunto un accordo in questo senso con le autorità di Baghdad. Si tratta della prima riduzione di contingente dall’inizio della guerra contro l’Isis, oltre tre anni fa.

Montagna. Campo Felice, 2 morti travolti da una valanga. Anche in Friuli una slavina travolge un gruppo di sciatori

Giornata nera in montagna. A Campo Felice, in Abruzzo, muoiono due sciatori travolti da una valanga in un fuori pista. Nella zona c’era neve fresca, a seguito di un’abbondante nevicata notturna. In Valtellina un uomo di 48 anni è stato travolto da una valanga durante un’escursione sci-alpinistica con un amico in Val Caronella, sulle Orobie, a Teglio (Sondrio). Anche in Friuli, una slavina si è abbattuta su un gruppo di sciatori: un uomo è stato estratto dai soccorritori e trasportato in ospedale a Udine, dove è stato ricoverato, in gravi condizioni. Gli altri sciatori del gruppo sarebbero rimasti illesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia