Parità scolastica: Cdo Opere educative/Fidae, appello alle forze politiche e ai candidati al Parlamento

In vista delle elezioni del prossimo 4 marzo, la CdO Opere Educative e la Fidae (Federazione italiana attività educative) desiderano, per mano dei rispettivi presidenti Marco Masi e Virginia Kaladich, richiamare l’attenzione delle forze politiche sull’ingiusta disparità che ancora colpisce le scuole non statali che in Italia accolgono più di 900mila alunni (l’11% della popolazione scolastica complessiva). Il sistema nazionale di istruzione voluto dalla legge 62/2000 sulla parità, ricordano, “è composto da scuole statali e paritarie. La realtà però dimostra che, nonostante alcuni segnali positivi dell’ultimo periodo, la parità effettiva è ancora lontana a causa della grave discriminazione economica, e non solo, riservata alle scuole paritarie e alle famiglie che le frequentano”. Di qui la richiesta alle forze politiche di attuare nella prossima legislatura alcune misure “particolarmente urgenti, per cercare di arrivare alla effettiva parità scolastica”.

Anzitutto la “quota capitaria”, ossia l’individuazione del costo standard di ogni alunno, per una revisione complessiva delle modalità di finanziamento di tutto il sistema nazionale di istruzione che permetta di assegnare le risorse economiche direttamente alle scuole (statali e paritarie) in base al numero degli alunni frequentanti; quindi la detraibilità dalle imposte di tutte le spese scolastiche sostenute dalle famiglie, per fare in modo che nessuno debba pagare due volte il servizio scolastico (retta e imposte). E ancora: misure adeguate per salvaguardare il diritto allo studio, attraverso provvedimenti, quali il “buono scuola”; adeguati contributi alle scuole paritarie per coprire i costi del personale docente di sostegno degli alunni disabili; parità di accesso (per scuole statali e paritarie) alle iniziative di sistema: incentivi alla formazione dei docenti, partecipazione ai progetti Miur, misure per l’innovazione tecnologica, risorse per l’edilizia scolastica; avvio immediato dei percorsi di formazione iniziale dei docenti di scuola secondaria, per permettere ai giovani laureati di conseguire la “specializzazione all’insegnamento secondario”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia