Diocesi: mons. Scionti (parroco Catania), “sant’Agata modello per i giovani, mettiamoci in loro ascolto”

“Le virtù umane di Agata, la fede di Agata, il coraggio di Agata ci indicano la via attraverso la quale possiamo raggiungere la felicità che tutti giustamente desideriamo”. Lo ha detto ieri mattina il parroco della cattedrale di Catania, mons. Barbaro Scionti, nel suo discorso all’inizio del giro esterno delle reliquie della patrona sant’Agata, indicandola come modello per i giovani. “La giovane Agata è innanzitutto vicina ai giovani numerosi in questa piazza e tra i cordoni del fercolo. Agata, giovane per i giovani, si rivolge oggi a tutti e noi, pastori e popolo insieme”, ha aggiunto. E il suo messaggio è legato, secondo mons. Scionti, al prossimo Sinodo dei vescovi, che invia a metterci “in atteggiamento di ascolto nei confronti dei giovani, dunque mettiamo attenzione alla parola e alla testimonianza di vita della giovane Agata, facciamo memoria del suo martirio”. Da lei arriva un insegnamento: “Essere buoni oggi si può. Essere fedeli a Cristo oggi si può. Essere coraggiosi nelle scelte della vita oggi si può”. “Le virtù della bontà, della fedeltà, del coraggio nelle scelte si acquisiscono e si realizzano pienamente nell’incontro con Gesù. È la fede in Cristo, vissuta nella comunità cristiana, che ci abilita a fare scelte coraggiose come quelle di Agata: non ha paura dei potenti, non ha paura del dolore e della sofferenza, non ha paura della morte”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia