Irlanda: mons. Martin (primate), “gelo in arrivo, aiutiamo persone vulnerabili. Parrocchie forti quando aiutano i deboli”

Il primate d’Irlanda e arcivescovo di Armagh, mons. Eamon Martin, ha scritto una dichiarazione in vista “dei giorni eccezionalmente freddi con abbondanti nevicate” che secondo le previsioni meteorologiche colpiranno il Paese nei prossimi giorni e che “avranno conseguenze e spaventeranno molte persone”. Alcuni saranno preoccupati perché “soli, anziani o malati”, altri perché “hanno freddo o fame ma faranno fatica ad ammettere la propria vulnerabilità”. Per questo l’arcivescovo chiede a tutte le persone di buona volontà di “essere attenti, di persona o telefonicamente, ai bisogni dei propri vicini vulnerabili, vecchi e giovani”, controllando se “hanno abbastanza cibo, rifornimenti di carburante e indumenti adeguati”; di adoperarsi “nel liberare i percorsi verso le case e offrire il trasporto per spostamenti essenziali”; di segnalare persone che dormono per strada attraverso il sistema online predisposto dal Peter McVerry Trust; di donare indumenti caldi ai negozi di beneficenza. Una speciale attenzione sia anche rivolta agli “agricoltori locali in quanto è la stagione dei parti e il tasso di mortalità degli animali aumenta nettamente in condizioni climatiche estreme”. “Le parrocchie sono più forti quando aiutano i più deboli”, scrive l’arcivescovo ricordando il buon samaritano “che è in ciascuno di noi” e la “disposizione naturale del cuore umano all’amore”. Per i fedeli l’arcivescovo indica anche una preghiera sul “riparo nelle tempeste”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia