Elezioni 2018: Acli Roma, appello contro l’astensionismo con la campagna #voTiAMO. “Voto è fondamentale e imprescindibile esercizio di democrazia”

Acli

A quattro giorni dalle elezioni regionali e politiche del 4 marzo, le Acli di Roma e provincia lanciano un appello per sensibilizzare i cittadini sull’“importanza del voto quale fondamentale e imprescindibile esercizio di democrazia”. “Un tema sul quale – si legge in una nota – le Acli di Roma sono attive da oltre 30 giorni con la campagna di sensibilizzazione #voTiAMO”. Si tratta di un’iniziativa che, spiegano i promotori, “intende valorizzare il senso critico degli elettori e fare in modo che questi sviluppino un modo nuovo di guardare i candidati e i loro programmi, superando la sensazionalità di slogan che spesso risultano populisti e irrealizzabili, valutandone invece la credibilità, la fattibilità e la qualità”. Si può aderire alla campagna che “non vuole essere di supporto a nessun partito o candidato, ma sottolineare l’importanza di una partecipazione attiva e consapevole alla vita politica del proprio Paese” fino al 4 marzo realizzando “un brevissimo video con le proprie motivazioni che spiegano l’importanza del voto” condividendolo su Facebook, Youtube, Twitter o Instagram con l’hashtag #VoTiAMO, ma anche #credibile, #fattibile e #responsabile. Tra i contributi pervenuti in queste settimane quelli della presidente delle Acli di Roma, Lidia Borzì, del presidente nazionale della Acli, Roberto Rossini, dell’economista Leonardo Becchetti, dell’attrice Beatrice Fazi, di Emma Ciccarelli, presidente Forum delle associazioni familiari del Lazio, e di molti altri esponenti del mondo culturale, sindacale e associativo. “Come Acli della Capitale – afferma Borzì – sentiamo un supplemento di responsabilità ad intervenire contro l’astensionismo anche alla luce di quanto accaduto nello scorso mese di novembre quando a Ostia ha votato solamente 1 su 3 degli aventi diritto. Si tratta di un campanello di allarme che dobbiamo ascoltare, perché da troppo tempo ormai il nostro Paese si sta arrendendo all’evidenza che il primo partito delle elezioni risulta sempre essere l’astensionismo”. Le Acli di Roma vogliono “promuovere protagonismo e partecipazione che sono i pilastri della democrazia, troppo spesso minacciata e indebolita, che dobbiamo tutelare non solo contrastando l’astensionismo e le derive populiste e xenofobe, ma anche promuovendo il voto consapevole e responsabile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia