Diocesi: mons. Lorefice (Palermo), “reinventare una pastorale battesimale che coinvolga comunità cristiana e famiglia”

“Mi sta a cuore reinventare insieme a voi una vera e propria pastorale battesimale, che coinvolga la comunità cristiana e la famiglia. Si tratta di pensare ad una alleanza proficua e feconda a favore anzitutto dei bambini, che già nella prima fase della loro esistenza sono molto sensibili ai dati più importanti dell’esperienza religiosa, e dei giovani perché la fede in Gesù li renda protagonisti nell’inventare l’opera d’arte della loro vita, perché lascino un segno indelebile sulla nostra terra e un’impronta luminosa nella nostra storia”. Così mons. Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, presenta ai fedeli della sua diocesi la “Scuola della Parola” proposta come cammino quaresimale. L’impegno di meditare e riflettere sulla Parola di Dio partendo dal Vangelo di Marco come “scelta di portare la Parola di Dio nel tessuto sociale” attraverso una vera e propria “Scuola della Parola” su tutto il territorio diocesano è stato suggerito dai Consigli pastorali e presbiterali e dai direttori di Uffici diocesani, su sollecitazione dello stesso arcivescovo. Un percorso dal titolo “Chiesa generata dalla Parola. Discepoli in ascolto lungo le nostre strade” già sperimentato in Avvento e adesso riattivato per “dare spessore battesimale alle nostre comunità, per avere consapevolezza della nostra rinascita battesimale, della prima Pasqua dei cristiani che è il battesimo. Comunità consapevoli che la Pasqua battesimale è continuamente rigenerata dalla Pasqua settimanale, la Domenica, dal giorno del Signore e della fraternità cristiana, dall’Eucaristia, dal memoriale del sacrificio e della cena di Cristo, annuncio e anticipo della nuova umanità, dei cieli nuovi e della terra nuova: da qui – spiega mons. Lorefice – scaturisce e cresce la coscienza della missione della Chiesa. La Pasqua ci costituisce ‘in uscita’, corroborati dallo Spirito del Risorto, inviati nella Galilea delle genti, lì dove vivono i destinatari dell’annuncio pasquale, le donne e gli uomini di questo nostro tempo e di questo nostro territorio”. Gli incontri si svolgeranno da ora e fino al prossimo 17 marzo, in tutte le parrocchie della diocesi, nei Centri di ascolto della Parola.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia