Avvenire: la prima pagina di domani 1 marzo. Accordo sui nuovi contratti, patto di corresponsabilità tra scuola e famiglia, cure palliative

“Avvenire” sceglie di aprire la sua prima pagina con l’accordo siglato tra Confindustria e sindacati sui nuovi contratti. L’editoriale è a firma di Francesco Riccardi, caporedattore centrale: “La gestazione è stata lunga, ma l’intesa raggiunta l’altra notte tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria sulle relazioni industriali e la contrattazione collettiva, segna un importante avanzamento e apre una prospettiva davvero nuova per il lavoro e il sistema produttivo nel nostro Paese. La novità più importante è la disponibilità reciproca, riassunta in una parola finora tabù tanto per le imprese quanto per la parte più conflittuale del sindacato, e oggi invece ripetuta più volte nel documento: ‘partecipazione’. La chiave di tutto è questa disponibilità da parte di imprenditori e sindacati a partecipare insieme all’organizzazione del lavoro, alla gestione dei processi, fino alla ‘definizione degli indirizzi strategici’ dell’impresa. La rivoluzione tecnologica di Industria 4.0 – il cambiamento dalle enormi potenzialità e gli altrettanto grandi rischi per i lavoratori – si può governare solo con la partecipazione di tutti, spostando più avanti la frontiera dei rapporti sociali. Una lezione preziosa in questa tesa vigilia elettorale”. La fotocronaca è per il patto di corresponsabilità tra scuola e famiglia, rilanciato dal ministro Fedeli anche dopo gli ultimi episodi di aggressioni a insegnanti da parte di genitori. A centro pagina, un titolo politico che raggruppa molti temi di giornata e gli approfondimenti di “Avvenire”. In primo luogo, la maggiore autonomia per Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto, per la quale è stato fatto un primo passo attravero un’intesa con il governo. Poi il rush finale della campagna elettorale per il voto di domenica, con l’appello di Enrico Letta a sostegno di Gentiloni (e del Pd). Quindi, per le “sfide nei collegi”, la partita per il seggio senatoriale di Roma centro, dove sono in corsa Bonino, Iadicicco e Adinolfi. E, infine, le richieste del Centro sportivo italiano ai partiti in vista delle elezioni, declinate in 10 punti. Tra i “temi di Avvenire”, un’inchiesta sul dramma presto dimenticato dei Rohinghya, esuli dal Myanmar, e un commento di Roberto Colombo sulle cure palliative. Richiami per “èvita”, l’inserto sui temi della bioetica e della ricerca medica, e per “Popotus”, il giornale dei ragazzi con le notizie degli adulti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia