Attacco operatori umanitari in Repubblica Centrafricana: Unicef, “rattristati e scioccati uccisione del nostro collega”

“Tutti noi dell’Unicef siamo profondamente rattristati e scioccati dall’uccisione del nostro collega, insieme ad altri cinque operatori del settore dell’istruzione, che sono stati attaccati il 25 febbraio mentre stavano viaggiando nella regione nordoccidentale della Repubblica Centrafricana, nei dintorni di Markounda, un’area remota vicino al confine col Ciad”. Lo dichiara Marie-Pierre Poirier, direttore regionale dell’Unicef per l’Africa occidentale e centrale, commentando l’attacco contro operatori umanitari in Repubblica Centrafricana. “Condanniamo fortemente questo atto insensato contro degli operatori umanitari che si trovavano là per migliorare le vite delle popolazioni più vulnerabili – aggiunge Poirier -. Porgiamo le nostre più profonde condoglianze alle famiglie e ai colleghi delle vittime”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia