This content is available in English

Regno Unito: Corbyn (Laburisti), “unione doganale con l’Ue”. Discorso all’università di Coventry

(Londra) “Un rapporto su misura col quale il Regno Unito rimanga dentro l’unione doganale”: sono parole di Jeremy Corbyn, leader del Partito laburista britannico, che oggi interviene sul Brexit. In un discorso all’università di Coventry il capo dell’opposizione si è schierato per la prima volta, dal voto sul Brexit, a favore di chi vuole mantenere uno stretto legame con l’Unione europea. Sono parole molto importanti perché i conservatori, in questo momento al potere, hanno detto di voler lasciare sia mercato unico che unione doganale. Questa linea non viene, tuttavia, condivisa dai parlamentari Tory più eurofili. Se questi ultimi voteranno insieme con laburisti, nazionalisti scozzesi e liberaldemocratici, nelle prossime settimane, la premier Theresa May potrebbe non avere più la maggioranza necessaria per completare il suo programma di Brexit duro. “I laburisti sono pronti a negoziare un nuovo rapporto con l’Europa che sia stretto e comprenda accesso senza tariffe al mercato unico e continuazione dei diritti esistenti, degli standard di oggi e dei meccanismi di protezione degli scambi”, ha detto Jeremy Corbyn a Coventry sottolineando che “ogni Paese confinante con la Ue, si tratti di Turchia, Svizzera o Norvegia, ha un rapporto stretto con l’Unione”. Anche il partito laburista rimane, come quello conservatore, profondamente diviso sull’Europa con una parte di sostenitori che vogliono rimanere nel mercato unico e una parte che vuole una rottura completa con l’Unione europea.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo