Embraco: Vestager (commissaria Ue), “prima di esprimere un giudizio dobbiamo conoscere bene la questione”

La commissaria Ue Margrethe Vestager

“Per ogni impresa può essere un’opportunità spostarsi in un altro Paese; ci possono essere buoni motivi per farlo e non è una cosa che ci riguarda. Ci riguarda se sono coinvolte le risorse dei contribuenti”. Così ha risposto stamane in conferenza stampa a Bruxelles la commissaria europea per l’antitrust Margrethe Vestager, alla domanda di un giornalista slovacco riguardo alla vicenda Embraco. Non ha aggiunto molto altro, perché “prima di esprimere un giudizio dobbiamo conoscere bene la questione”. Ha ricordato che “nel 2014 e nel 2017 sono state varate regole strette per impedire che ciò avvenisse”; ora si tratterà in questo caso di verificare “che le nostre istanze siano prese in conto, per cui con i soldi dei contribuenti non si spostino posti di lavoro, ma si creino opportunità”. Nessuna indicazione precisa sui tempi entro cui la verifica avverrà. Anche sul fondo di “aggiustamento per la globalizzazione” che il governo italiano vuole mettere in campo la Vestager non ha espresso alcun giudizio perché “non siamo ancora a conoscenza dei dettagli”, ma ha aggiunto: “L’idea non è estranea: già nel 2007 c’era un fondo europeo per mitigare le conseguenze della globalizzazione in seguito a chiusure o trasferimenti di imprese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa