Diritto d’asilo: Fondazione Migrantes, “quattro proposte inedite per superare l’attuale crisi”

Il Rapporto “Il Diritto d’asilo. Accogliere, proteggere, promuovere, integrare”, lo studio che la Fondazione Migrantes dedica al mondo dei richiedenti asilo e rifugiati per il secondo anno consecutivo e che è stato presentato stamattina a Ferrara, si conclude, si legge in un comunicato della stessa Fondazione, “con quattro proposte inedite per superare l’attuale crisi (un vero e proprio ‘vicolo cieco’) del diritto d’asilo in Europa: se accolte, queste proposte avrebbero positive ricadute sull’intera società del vecchio continente, oltre che, naturalmente, sui percorsi di integrazione degli stessi rifugiati”. La prima proposta riguarda “un nuovo regolamento ‘di Dublino’ finalmente aderente al principio di solidarietà e di equa ripartizione delle responsabilità tra gli Stati”; la seconda “il rifiuto dei concetti di ‘Paese terzo sicuro’ e di ‘Paese di primo asilo’, ad oggi solo proposti dall’Ue ma in insanabile contrasto con la tradizione giuridica europea in materia di asilo”; la terza “l’introduzione di un regolamento Ue che disciplini il ‘reinsediamento’ dei rifugiati da Paesi terzi prevedendo per gli Stati membri obblighi chiari”; la quarta e ultima “un’estensione della protezione sussidiaria, ancorandola alla tutela dei diritti e delle libertà fondamentali garantiti dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali”.
Il Rapporto contiene anche un’appendice che riporta i 20 Punti di azione proposti dal Dicastero vaticano per il servizio dello sviluppo umano integrale in vista dei Global Compact Onu di questo 2018.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa