Famiglia: da oggi “on line” in cinque lingue le sette catechesi in preparazione a Dublino

Sono “on line” da oggi, in cinque lingue, le sette catechesi in preparazione al IX Incontro mondiale delle famiglie, che si terrà a Dublino dal 21 al 26 agosto 2018. “Un itinerario catechetico alla luce di quanto Papa Francesco ha donato a tutto il mondo con l’Esortazione apostolica post-sinodale Amoris laetitia”, le definisce il card. Kevin Farrell, prefetto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, che ha realizzato questo percorso, accompagnato dall’icona evangelica di Luca (2, 41-52) che narra lo smarrimento di Gesù dodicenne e il suo ritrovamento nel Tempio. L’obiettivo è “mostrare quanto attuale e profetico sia l’annuncio del Vangelo della famiglia”, in un intreccio tra il testo di Amoris laetitia e la vicenda della Santa Famiglia di Nazareth. Questi i temi delle catechesi, disponibili in italiano, inglese, spagnolo, francese e portoghese sul sito del citato dicastero vaticano: “Le famiglie di oggi” (1); “Le famiglie alla luce della Parola di Dio” (2); “Il grande sogno di Dio” (3); “Il grande sogno per tutti”(4); “La cultura della vita” (5); “La cultura della speranza” (6); “La cultura della gioia” (7). Ogni singola catechesi è introdotta da preghiere tratte dal magistero pontificio o dalla tradizione patristica, e si conclude con alcune domande per un momento di condivisione che parte dalla famiglia, prima Chiesa domestica, per poi aprirsi alla comunità cristiana, chiamate entrambe “a muoversi per operare delle vere e proprie scelte pastorali alla luce degli orientamenti di Papa Francesco”, spiega il card. Farrell. I sette passi delle catechesi sono accompagnati, inoltre, da un emozionante itinerario musicale con altrettanti brani eseguiti da Andrea Bocelli nel concerto alla basilica della Sagrada Familia di Barcellona, nell’ambito del progetto “Il grande mistero. Il Vangelo della famiglia scuola di umanità per i nostri tempi”, che il Dicastero per i laici, la famiglia e la vita ha cominciato dal 2015 insieme al maestro all’interno di grandi basiliche europee: finora la Sagrada Famiglia di Barcellona, il santuario di San Giovanni Paolo II a Cracovia e la basilica di Santo Stefano a Budapest.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia