Papa Francesco: Angelus, giovani siano “protagonisti” del Sinodo. Un “augurio particolare” ai detenuti. Gli esercizi spirituali ad Ariccia

“Tra un mese, dal 19 al 24 marzo, verranno a Roma circa 300 giovani da tutto il mondo per una riunione preparatoria al Sinodo di ottobre. Desidero però fortemente che tutti i giovani possano essere protagonisti di questa preparazione”. Lo ha detto il Papa, che al termine dell’Angelus di ieri ha invitato i giovani ad “intervenire on line attraverso gruppi linguistici moderati da altri giovani”. In questo modo, ha spiegato, “l’apporto dei gruppi della rete si unirà a quello della riunione di Roma”. Poi Francesco è entrato nel dettaglio, rimandando i giovani al sito web della Segreteria del Sinodo dei vescovi, dove i giovani possono trovare ulteriori informazioni. “Vi ringrazio del vostro contributo per camminare insieme!”, l’omaggio in anticipo ai protagonisti del prossimo Sinodo. Poi “un augurio particolare alle persone detenute”: “Cari fratelli e sorelle che siete in carcere – le parole del Papa – incoraggio ciascuno di voi a vivere il periodo quaresimale come occasione di riconciliazione e di rinnovamento della propria vita sotto lo sguardo misericordioso del Signore. Lui non si stanca mai di perdonare”. Infine, Francesco ha ricordato ai 20mila fedeli presenti in piazza San Pietro l’inizio della settimana di esercizi spirituali che il Papa e i suoi collaboratori della Curia Romana stanno svolgendo, da ieri pomeriggio, nella Casa Divin Maestro di Ariccia: “Chiedo a tutti un ricordo nella preghiera”, l’invito.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia