Pace: alla Fondazione libanese Adyan il Premio Niwano 2018

Sarà assegnato alla Fondazione libanese Adyan il 35° Premio Niwano per la Pace. La cerimonia di premiazione – informano i promotori del prestigioso riconoscimento – si svolgerà a Tokyo, in Giappone, il 9 maggio. Oltre a un certificato, i rappresentanti della Fondazione Adyan riceveranno una medaglia e venti milioni di yen. La Fondazione Adyan, che ha come obiettivo quello di “rafforzare la coesistenza tra gruppi diversi e creare contesti e basi per la solidarietà e la coesistenza tra fedi differenti”, è stata fondata nel 2006 da cinque persone di diverse denominazioni cristiane e musulmane e competenze professionali: Fadi Daou, Nayla Tabbara, Mireille Matar, Tony Sawma e Samah Halwany. “Proprio la loro unità nella loro diversità è stata la risorsa più forte di Adyan”, si legge nel comunicato che annuncia il premio. L’organizzazione ha promosso, in particolare, un programma di recupero di edifici per i bambini e gli educatori, in modo da favorire il processo di pace e di riconciliazione fra le persone colpite dalla guerra in Siria. Tale programma è stato definito dall’inviato speciale delle Nazioni Unite per l’educazione globale, Gordon Brown, “un vero antidoto all’Isis”. Nel 2016, un decennio dopo la sua fondazione, Adyan aveva riunito più di tremila membri e aveva aiutato 35mila persone in 29 Paesi, soprattutto in Libano e in Medio Oriente. Il processo di assegnazione del Premio Niwano coinvolge circa 600 persone e organizzazioni, in rappresentanza di 125 Paesi e molte religioni che sono invitate a proporre candidati. Le candidature sono controllate dal Comitato di selezione internazionale di Niwano Peace Prize, istituito nel maggio 2003 in occasione del ventesimo anniversario del Niwano Peace Prize. Il Comitato è composto attualmente da dieci leader religiosi provenienti da varie parti del mondo, tutti coinvolti in movimenti per la pace e la cooperazione interreligiosa. La Niwano Peace Foundation è stata istituita nel 1978 per “contribuire alla realizzazione della pace mondiale e alla valorizzazione di una cultura di pace”. La Fondazione promuove la ricerca e altre attività basate su uno spirito religioso e serve la causa della pace in campi come l’istruzione, la scienza, la religione e la filosofia. Il premio è intitolato al fondatore e primo presidente dell’organizzazione buddista laica Rissho Kosei-kai, Nikkyo Niwano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia