Raccolta differenziata: Stomeo (Anci), superare “Italia a due velocità”. Dota (Anci), “rafforzare accordo quadro”

Il settimo Rapporto annuale sulla banca dati Anci-Conai “conferma gli importanti risultati raggiunti ma ci dà anche la fotografia di un’Italia a due velocità. Un Nord sempre più veloce e un Sud, invece, molto meno, anche a causa di carenze nell’impiantistica”, osserva il sindaco di Melpignano (Lecce) e delegato Anci ai rifiuti Ivan Stomeo, intervenendo alla presentazione in corso a Roma del settimo rapporto annuale sulla raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio in Italia. Per Stomeo, “da questo quadro bisogna ripartire nello scrivere il nuovo accordo con il Conai”. L’obiettivo è “portare tutte le Regioni italiane allo stesso livello”. Per quanto riguarda il costo del servizio, il delegato Anci afferma: “È necessario potenziare il principio del ‘chi inquina paghi’ perché attualmente il costo di gestione degli imballaggi non viene pagato da chi li produce ma dalla collettività con la Tari”. Nella sfida della riscrittura dell’accordo nel 2019, conclude, “tutti gli stakeholder e le nostre comunità dovranno essere protagonisti”. Per Stefania Dota, vicesegretario generale Anci, nel Paese “sta crescendo la sensibilità per la raccolta differenziata e per l’economia circolare” e occorre “rafforzare l’accordo quadro Anci-Conai individuando misure sempre più efficaci per il raggiungimento degli obiettivi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia