Raccolta differenziata: Anci-Conai, il sistema convenzioni interessa il 97,7% dei Comuni italiani

La raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio in Italia si svolge quasi esclusivamente nell’ambito e grazie all’accordo quadro Anci-Conai, strumento operativo attraverso il quale il sistema Conai (Consorzio nazionale per il recupero degli imballaggi) garantisce ai Comuni italiani la copertura dei maggiori oneri sostenuti per fare le raccolte differenziate dei rifiuti di imballaggi. E’ quanto confermano i dati del settimo Rapporto annuale sulla banca dati Anci-Conai presentato oggi nella sede dell’Associazione dei Comuni italiani a Roma. Dal Rapporto emerge che nel 2016 il sistema delle convenzioni tra i Comuni e i diversi consorzi di filiera interessa il 97,7% dei Comuni italiani (7.813) con almeno una convenzione e il 99,5% della popolazione (60.314.369), quest’ultima registra una crescita del +2% rispetto al 2015. Il 51% dei Comuni italiani ha almeno 5 convenzioni. La diffusione di queste ultime presenta forti differenze territoriali. A sottoscrivere meno convenzioni sono i Comuni del Sud (94% sul totale dei Comuni delle Regioni del mezzogiorno) e quelli con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti. Le convenzioni vengono stipulate soprattutto per beneficiare dei contributi per il riciclo della plastica (Consorzio Corepla) e del vetro (Consorzio Coreve) che interessano rispettivamente quasi il 99% e 91% della popolazione nazionale; minore è la diffusione territoriale delle Convenzioni per il recupero di alluminio (Consorzio Ciai) e legno (Consorzio Rilegno) che interessano circa il 64-65% della popolazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia